Copyright Coquinaria
FOTOgrammi
Trasferisci il latte nella pentola che posizionerai su una fonte di calore. Riscalda l’intera massa a 38°C, mescolandola continuamente con il cucchiaio

 

Mozzarelle

Aggiungi il caglio. Subito dopo l’aggiunta del caglio continua a mescolare la massa per un minuto circa. Lascia sostare la massa per circa 45 minuti.

Lascia riposare circa 10 minuti

Trascorso questo tempo esegui la prima rottura della cagliata.

In particolare, con il coltello effettua dei tagli incrociati in modo da ottenere dei quadrati di cagliata con lato di dimensione di 4-5 cm.

E’ il momento di mettere l’acqua al fuoco per l’acidificazione. Dopo una sosta di 15 minuti esegui la 2 rottura. In questo caso utilizza la schiumarola che introdurrai lentamente nella cagliata e con la quale effettuerai dei piccoli movimenti di mescolamento.

Togli dal fuoco e aggiungi direttamente lo yogurt naturale.

di Va

Procedi fino a ridurre la cagliata in granuli delle dimensioni di una nocciola

Trasferisci la pentola in un’altra più grande contenente acqua a 40°C
.

Lascia acidificare la cagliata sotto siero per circa 3 ore (durante questa sosta la temperatura del siero deve essere sempre intorno ai 35°C, quindi controllala spesso e se noti un abbassamento aggiungi acqua a 40°C nella pentola sottostante).

Tempi: circa 5 ore (lavorazione + acidificazione)
per produrre circa 800 grammi di formaggio

• 6 litri di latte bovino crudo
• 250 ml di yogurt naturale
• 1,8 ml di caglio liquido bovino
• acqua abbondante (per la filatura) almeno 2 litri
• sale fino (circa 4 pizzichi)
• acqua (q.b.) (per la fase di raffreddamento) + ghiaccio

Copyright Coquinaria ©

.. continua