di Graziana





Mettete 400gr di farina setacciata sulla spaiantoia a fontana, e nel centro 200ml di acqua e 10 gr di sale


Con la forchetta mescolate l'acqua con la farina e poi lavorare la pasta energicamente per una decina di minuti fino quando non diventa liscia ed elastica.
Formate una palla e mettetela a riposare per 20 minuti sotto una campana di vetro
Mescolate i restanti 100 gr di farina con 500 gr di burro ammorbidito e mettetelo sopra una foglio di carta da forno Mettete sopra il panetto di burro un altro foglio di carta da forno e passate sopra il mattarello, in modo da appiattire il burro, possibilmente formando un quadrato.
Passati i 20 minuti, tirate la pasta cercando di fare un quadrato di circa 30 cm di lato, che poi ruoterete a mo' di rombo. Nel centro mettete il panetto di burro e ripiegate le punte del rombo sopra il panetto al centro.
Unite i lati per chiuderli bene, in modo che il burro non fuoriesca. Passare il mattarello sopra e stendete la pasta.
Ora iniziate le piegature. Ho messo una forchetta a fianco della pasta per farvi capire meglio il senso della pasta.
Iniziamo a piegare la pasta di un terzo verso l'alto.
Poi piegate il lato verso l'alto verso di voi, parallela alla vostra pancia.
L'apertura della pasta ripiegata ora parallela alla vostra pancia.
Fate fare alla pasta mezzo giro, portando l'apertura dalla parte opposta alla forchetta, e quindi perpendicolarmente alla vostra pancia.
Tirare nuovamente la pasta verso l'alto. Per fare questa operazione bene, pigiate con il mattarello lungo la pasta in modo da abbassarla leggermente e poi passare il matterello.
A questo punto ripetete le piegature di prima e quindi prima la parte inferiore di un terzo verso l'alto e poi la parte superiore verso il basso.
Fate fare nuovamente mezzo giro in modo da portare l'apertura dalla parte opposta alla forchetta. Sull'angolo in basso a sinistra pigiate il dito in modo da lasciare un segno che sta a significare che avete finito di fare il primo giro alla pasta
Mette la pasta leggermente infarinata e coperta con la pellicola per mezz'ora in frigo.
Passato questo punto, riprendete la pasta mettetela sulla spianatoia nella stessa posizione che aveva quando l'avete riposta e quindi con l'apertura a sinistra e il segno in basso a sinistra, tiratela verso l'alto, piegatela parte inferiore di un terzo verso l'alto e la parte superiore verso il basso, fate fare mezzo giro e in basso a sinistra fate due segni, che vi dicono che avete fatto fare due giri alla pasta.
Riponete nuovamente per mezz'ora in frigo
Rifate il "tiraggio" della pasta e le piegature fino a quando non avrete fatto sei fossete di segnale. A questo punto la pasta e pronta per essere cotta o surgelata.
Dopo un poche di volte che l'avrete fatta, si possono fare fare al pasta due giri alla volta dimezzando il tempo!