Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cronaca di una giornata ad Amatrice

    Una chiamata “vieni con noi ad Amatrice?”. E parte un turbinio di emozioni. Che non riesci a distinguere, ad inquadrare. Non sai cosa troverai, non sai come lo vivrai. Non sai. Ma accetti, con il cuore gonfio.
    “Ho bisogno di un cappellino, Agnese corri!”. Colla, plastica, velluto, carta. Arte ed amicizia che si incontrano. Un sorriso che non ha prezzo.
    “Oddio e le caramelle senza glutine per i bambini? Nicola corri!” L’amore infinito.
    L’emozione cresce. Una matita blu per occhi, qualche brillantino e una parrucca: la tua coperta di Linus. Ti proteggeranno, ti nasconderai dietro loro per non soffrire.
    “Sono giù, ti aspetto”. Due occhi dolci e un sorriso. Via, si parte.
    Chiacchiere infinite, risate. Ma il pensiero non si stacca dal timore di cosa troverai.
    “Ci fermiamo al bar. E’ l’ultima struttura funzionante prima di arrivare”. E cominci a sentire freddo, nonostante il sole sia alto e il termometro dica che è primavera inoltrata.

    E si arriva al campo. Un formicaio. Di formichine sorridenti. Tutte impegnate a lavorare in condizione improbabile. Sorrisi, strette di mano, occhi sereni, energia pura e buona nell’aria.
    Un volontario che scherza con uno dei tanti cani visti in giro. Ti guardi intorno, sembrano le cucine di una festa di paese. Ma qui la festa non c’è. Solo tanto dolore. Sorrisi di chi, nonostante tutto, vuole farcela. Volontari, angeli che scaldano le anime, che dedicano le loro forze per sostenere chi vacilla, che rinunciano al sonno per supportare una madre, che scherzano con i piccini e che consolano chi ha bisogno.

    “Per te c’è questo, è buono sai?”. E ti trovi a pensare che quella coscia di pollo anche se cotta nell’acciaio non può farti male, è piena di amore, come la tortina senza glutine con le gocce di cioccolata che la volontaria ti passa con gli occhi pieni di amore “prendila subito, che poi magari finiscono”.
    Fermarsi a parlare con un cuoco: “ma questi hamburger sono senza glutine? mi potresti spiegare le regole?” Parlare per non pensare.
    Vedere la mensa riempirsi di persone. No, non è una sagra, è l’unico posto dove possono avere un pasto caldo. Ritrovarsi. Vivere un paese che adesso non c’è più.
    E poi arrivano loro, due piccole principesse. Occhi spalancati di fronte ad una maga. Rincorrersi con lei, fare le bolle immaginarie più grandi del mondo, fino a riempire la mensa. Una Maga trasportata nel loro mondo di sogno, un mondo che tutti i bambini prima o poi si costruiscono e in cui a te piace sempre abitare. Ma questa volta ha un sapore diverso. Un po’ amaro, anche se con i sorrisi delle bimbe tutto sembra normale. “Maga, questa caramella è buonissima, gusta di arcobaleno!”.
    E pensi a quanto sia bello essere un bambino e a quanto sia difficile essere genitore, dover salvaguardare la semplice e serena ingenuità dei piccini. Il loro potersi adattare alle situazioni. E mentre corri nella sala mensa per giocare con le due farfalle cogli i sorrisi di chi sta mangiando. Sorridono, come le bimbe. Che hanno occhi felici, pieni di futuro. Quelli degli adulti sono carichi di passato e con un grande vuoto su quello che accadrà.
    E poi arrivano persone che vedi in tv. Anche loro anime belle, che si fermano a parlare, ad aiutare come possono, per poter dare risalto ad una realtà che è ancora complessa. Difficile. Oramai passata di moda e dimenticata. E che con loro forse tornerà a far pensare. Perché il silenzio non è una soluzione. Le parole aiutano. Le parole fanno conoscere. E la conoscenza può essere divulgata in mille modi. Con una telecamera, con una parrucca blu o anche con un post su FB.
    Non dimentichiamoli.
    Tutti noi abbiamo bisogno di non essere dimenticati.
    E di vivere emozioni grandi e trascinanti come quelle di ieri.
    Grazie DSE, grazie volontari, grazie abitanti di Amatrice. Grazie Dejanira e grazie Elettra. E’ grazie a voi se ieri sono riuscita a sorridere.
    Ci vediamo presto, promessa di Maga Merletta.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0303.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 172.9 KB 
ID: 2910364Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0308.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 174.7 KB 
ID: 2910365Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0312.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 195.7 KB 
ID: 2910366Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0343.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 103.9 KB 
ID: 2910367Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0348.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 94.0 KB 
ID: 2910368

  • #2
    a te e a loro

    Commenta


    • #3
      Non finisci mai di stupirmi, piccola grandissima donna
      Chiara e Anna (4 anni e 2 e mezzo): "Il mio fiorellino ha sete, anche il tuo?" "Il mio ha fame"

      Commenta


      • #4
        Grazie per essere andata.
        If two people agree on everything, one of them is unnecessary. (Winston Churchill)

        Commenta


        • #5
          Grazie Ross, per essere andata e per aver condiviso con noi questa esperienza
          Federica
          "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

          Commenta


          • #6
            Confermi ogni volta quanto sei speciale
            Non fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te, i loro gusti potrebbero essere diversi.
            George Bernard Shaw

            Commenta


            • #7
              Ragazzi davvero, IO NON SONO SPECIALE! io racconto solo, sono gli altri quelli che fanno. Quelli che stanno lì una settimana intera iniziando a servire le colazioni alle 7 e finendo la sera a mezzanotte con la camomilla. Sono quelli che ci sono stati all'inizio, raccogliendo la disperazione, che ci sono stat quando le temperature erano MOLTO sotto zero, che ci sono stati con due metri di neve... con le scosse forte che ti fanno temere per la vita.
              Quelli sono speciali. Quelli che non hanno volto, che nessuno conosce, che nessuno sa essere lì. Che con una divisa lavano per terra, puliscono la sala, ascoltano, aiutano...
              loro sono speciali.
              LORO.

              Commenta


              • #8
                Una bella esperienza, grazie del racconto
                Carmen

                Commenta


                • #9
                  Grazie di averci fatto partecipi di questa esperienza|
                  Amo la cucina da quando ero bambina, principalmente è la cucina della mia tradizione ma non disdegno sperimentazioni e altri territori.il mio blog

                  www.rosariaaifornelli.blogspot.com

                  Commenta


                  • #10
                    Che bella cosa!
                    Pensa che invece il lato marchigiano è completamente dimenticato.
                    Amatrice, Norcia, Castelluccio, sono famose e fanno comunque più notizia.
                    Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita, Camerino, San Severino Marche….come Carneade.
                    Scambiabile per una manciata di semi di chia

                    Commenta


                    • #11
                      grazie Ross, un racconto splendido, come l'esperienza che ci hai fatto vivere attraverso le tue parole!!
                      Serena

                      Commenta


                      • #12
                        Pubblicato originariamente da la Sua fra Visualizza il messaggio
                        Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita, Camerino, San Severino Marche….come Carneade.
                        Maga pronta!!!

                        Commenta


                        • #13
                          Pubblicato originariamente da c@rmen Visualizza il messaggio
                          Una bella esperienza, grazie del racconto

                          Commenta


                          • #14
                            Brava Ross Grazie
                            Marco

                            Associazione Internazionale Studio Peperoncino E Solanacee

                            Commenta

                            Operazioni in corso..
                            X