Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La ricetta del ritorno: torta di mele leggera

    A Zagarolo ho capito che la prima ad aver sbagliato a non condividere più le ricette e a scrivere meno qui sono stata io. Ho mollato. Perché a volte dopo tante lotte si molla, si è stanchi e non si ha più voglia.
    E allora ho deciso di ricominciare. Certo, le mie ricette adesso sono "senza", ma questa me l'ha fatta una mia amica che mangia "con" e quindi vuol dire che..

    Torta di mele di La Laura
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   torta mele la laura.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 107.3 KB 
ID: 2921676
    100 g di farina 0 (o 50 g di farina di riso finissima e 70 g fecola per chi non mangia glutine - in quel caso con scritta senza glutine in etichetta)
    100 g di zucchero muscobado
    un uovo e un tuorlo
    i semi di una bacca di vaniglia
    1/2 bustina di lievito (per celiaci deve avere la scritta "senza glutine" in etichetta)
    1/2 bicchiere di succo di mela (se non è addizionato di fibre o robe strane non ci son problemi per i celiaci)

    5 mele (stayman o gala), ben lavate e tagliate sottili (io uso il disco del robot)
    50 g zucchero demerara (o bianco normale)
    cannella

    Mescolare tutti gli ingredienti della pasta e versare in una teglia di 26 di diametro (viene una pastella liquida). Appoggiarvi sopra le mele e sopra a tutto lo zucchero e la cannella.
    Infornate per un'ora a 180°C in forno statico.

  • #2
    è vero Ross, mi riconosco nelle tue parole.... la torta era buonissima! Apriamo il topic delle ricette di compleanno?
    http://lagallinavintage-giuliana.blogspot.com/

    Commenta


    • #3
      Volentieri!!! Cominci tu con le tue???

      Commenta


      • #4
        Pubblicato originariamente da Rossanina Visualizza il messaggio
        ....5 mele (stayman o gala), ben lavate e tagliate sottili (io uso il disco del robot)
        senza sbucciarle quindi ?

        Commenta


        • #5
          Si Roberto, non le sbuccio. Prendo però quelle locali, che hanno buccia sottile e le affetto a velo. Spesso la faccio con le mele Nesta, varietà quasi perduta qui della zona, coltivate senza pesticidi di alcun genere. Se la vuoi più morbida basta togliere la buccia..

          Commenta


          • #6
            Mi piace perché ha molte mele ridpetto alla farina! Buona di certo
            la mia casetta virtuale

            Commenta


            • #7
              Deve essere buonissima, così bassina e melosa. Mi ricorda quella che mi regalava un'amica della mamma e mia ex insegnante di italiano. Lei usava le mele del suo giardino e proprio per questo non le sbucciava.

              Commenta


              • #8
                Deve essere molto buona, grazie Ross per averla condivisa
                Non fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te, i loro gusti potrebbero essere diversi.
                George Bernard Shaw

                Commenta


                • #9
                  Pubblicato originariamente da Angelica Visualizza il messaggio
                  Deve essere molto buona, grazie Ross per averla condivisa
                  concordo e mi riconosco nelle tue parole Ross
                  Federica
                  "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

                  Commenta


                  • #10
                    ma sai che non l'ho vista se no forse un pezzetto lo avrei potuto assaggiare !
                    Giocare a bridge con la scusa di mangiare insieme, mangiare insieme con la scusa di giocare a bridge.

                    Susanna

                    Commenta


                    • #11
                      È rimasta sul tavolo della colazione... in mezzo a stupende meraviglie ...

                      Commenta

                      Operazioni in corso..
                      X