Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ricominciano le lezioni di Elena sul pesce!!! Il gattuccio

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gattuccio 1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 68.9 KB 
ID: 2922313

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gattuccio 2.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 95.3 KB 
ID: 2922314

    File allegati

  • #2
    Ross più che lezione volevo far vedere come è il gattuccio visto che a Roma qualcuno me lo ha chiesto, io penso che sicuramente lo avranno visto, è un pesce comune, magari è conosciuto con altro nome. Noi lo usiamo principalmente per il cacciucco e il cacciucchino (come si usa dire in famiglia) . Si trova già spellato, ha una pelle spessa e dura da levare, molto più piccolo del palombo con un sapore nettamente differente da quest'ultimo. Prima che tu ti chieda cosa è il cacciucchino ti dirò che è una forma ridottissima del cacciucco, quando si è in due non si sta a comprare tutte le varietà di pesce, a meno che uno non voglia mangiarlo in continuazione per una settimana, bastano mezzo chilo di seppie, meglio se una sola grossa, e un paio di gattucci. In genere io non uso pomodoro con i primi di pesce ma in questo caso ci sta bene proprio perchè il sapore del gattuccio è deciso e il pomodoro non lo copre.
    Elena

    Commenta


    • #3
      Ma che fai? Leggi anche nel pensiero??? Stavo per chiederti cosa fosse il cacciucchino
      di solito per cosa si usa questo gattuccio? Si sfiletta oppure si mette a pezzetti?

      Commenta


      • #4
        L'unica volta che ho visto un gattuccio è stata a Napoli, alla stazione zoologica, ma era vivo e vegeto nella vasca dell'acquario , in pescheria mai visto.
        Per fare un sughetto come quello, che mi è piaciuto molto, ed avere pezzetti di pesce sicuramente senza spine, devo prendere la rana pescatrice.
        Carmen

        Commenta


        • #5
          Pubblicato originariamente da c@rmen Visualizza il messaggio
          L'unica volta che ho visto un gattuccio è stata a Napoli, alla stazione zoologica, ma era vivo e vegeto nella vasca dell'acquario , in pescheria mai visto.
          Per fare un sughetto come quello, che mi è piaciuto molto, ed avere pezzetti di pesce sicuramente senza spine, devo prendere la rana pescatrice.
          Ho pensato la stessa cosa, non l'ho mai visto qui, né sentito. Mostrerò la foto, forse ha un altro nome.

          Commenta


          • #6
            Anche da me è difficile trovare il gattuccio, se devo fare un cacciucchino, in genere prendo un pezzettino di palombo, una seppia o due, qualche gambero e ( non uccidermi ) un pezzetto di merluzzo. Forse si è capito che non amo il pesce col sapore troppo forte
            Lilium

            http://blog.giallozafferano.it/incucinaconsabrina/

            Commenta


            • #7
              Io amo il merluzzo!!! Potrebbe essere la nota esotica del cacciucco!!!

              Commenta


              • #8
                Una delle fini migliori per il gattuccio è la burrida sarda con le noci
                Anche qui purtroppo il gattuccio non si trova, quando ho voglia di burrida uso lo spinarolo. Manca il fegato perchè lo trovo già pulito, ma la ricetta vine buona comunque
                Isabella
                "per l'oca, citofonare Archicuoca!" (Annette)

                Commenta


                • #9
                  Ecco dove avevo sentito dire il gattuccio!!!!

                  Commenta


                  • #10
                    Pubblicato originariamente da archicuoca Visualizza il messaggio
                    Una delle fini migliori per il gattuccio è la burrida sarda con le noci
                    Anche qui purtroppo il gattuccio non si trova, quando ho voglia di burrida uso lo spinarolo. Manca il fegato perchè lo trovo già pulito, ma la ricetta vine buona comunque
                    Archicuoca è questa la ricetta? l'ho trovata su coqui pubblicata da Pinella

                    Burrida

                    Ingr:
                    1 kg di gattucci di mare
                    3 spicchi d'aglio
                    2 kg di noci col guscio
                    la mollica di 2 panini raffermi
                    peperoncino
                    aceto q.b.
                    alloro

                    Si tagliano i gattucci, precedentemente spellati, a tranci ( la testa va buttata) e si mettono da parte i fegatini.Si fa lessare il pesce in acqua fredda e salata con qualche foglia d'alloro per 10 minuti dall'inizio del bollore.Quindi si scola e si mette in una zuppiera.Nel frattempo, si fa soffriggere l'aglio tritato nell'olio d'oliva, si aggiungono le noci (ovviamente senza guscio!) tritate fini, i fegatini sminuzzati e un pizzico di peperoncino.Dopo un paio di minuti si versa la mollica del pane imbibita d'aceto e si porta il tutto al bollore.Ancora caldo, versare il soffritto sopra i gattucci e lasciare marinare per almeno 2 giorni prima di servire.

                    riporto il topo, magari fa piacere rileggerlo a qualcuno... si parla di Burrida, Buridda etc etc

                    Buridda?
                    Federica
                    "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

                    Commenta


                    • #11
                      Pubblicato originariamente da elena Visualizza il messaggio
                      Ross più che lezione volevo far vedere come è il gattuccio visto che a Roma qualcuno me lo ha chiesto, io penso che sicuramente lo avranno visto, è un pesce comune, magari è conosciuto con altro nome.
                      non credo di averlo visto, ma lo cercherò

                      Federica
                      "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

                      Commenta


                      • #12
                        Io ho frequentato per anni i pescatori del sud durante le mie ferie , ma non mi sembra di avere mai visto un gattuccio.
                        Oggi, per consolarmi del mancato fine settimana , mentre mio marito è al lavoro, andró al mercato del pesce qui a Civitavecchia a far scorta di pesce e lo cercherò.
                        É un pesce stagionale oppure a Livorno si trova tutto l'anno?
                        Qui sempre Tirreno é e non siamo così lontano.

                        Commenta


                        • #13
                          Pubblicato originariamente da feffe Visualizza il messaggio

                          Archicuoca è questa la ricetta? l'ho trovata su coqui pubblicata da Pinella
                          riporto il topo, magari fa piacere rileggerlo a qualcuno... si parla di Burrida, Buridda etc etc

                          Buridda?
                          Io uso quella di Rucoletta che è un po' diversa, non so se si trova sul forum, è sul suo blog a questo link
                          La riporto qui sotto
                          Un chilo e mezzo abbondante di gattucci, privati della pelle e tagliati a tocchetti, mettere da parte i fegatini per fare il soffritto.
                          Olio aglio cipolla prezzemolo un bicchiere di aceto bianco noci tritate finemente.
                          Mettere a bollire un recipiente con acqua e una manciata di sale, a bollore raggiunto mettere i gattucci e lasciare bollire 5 minuti, metterli a scolare.
                          Mettere a bollire i fegatini per non più di tre minuti, scolarli e schiacciarli con una forchetta.
                          Preparare ora il soffritto con olio aglio prezzemolo, aggiungere i fegatini schiacciati, le noci tritate, per ultimo il bicchiere di aceto e un bicchiere di acqua di cottura, riprendere il bollore e lasciare 3 minuti.
                          Mettere i gattucci in un recipiente e versarvi sopra il soffritto ancora caldo
                          Lasciare insaporire almeno un giorno (meglio due) prima di consumare.
                          Isabella
                          "per l'oca, citofonare Archicuoca!" (Annette)

                          Commenta


                          • #14
                            Non avendolo mai visto ho chiesto in giro e un amico che fa pesca subacquea mi ha detto che effettivamente da noi non c'è. Di simile abbiamo il palombo, sempre della famiglia degli squali.
                            "Non si preoccupi madame, ci sarà cibo a sufficienza." da Il pranzo di Babette.

                            Commenta


                            • #15
                              Pubblicato originariamente da Rossanina Visualizza il messaggio
                              Ma che fai? Leggi anche nel pensiero??? Stavo per chiederti cosa fosse il cacciucchino
                              di solito per cosa si usa questo gattuccio? Si sfiletta oppure si mette a pezzetti?
                              Io lo uso solo per le zuppe o per farci un primo, sempre in umido. Si mette a pezzetti, tre o quattro e si sfiletta da cotto. Secondo me e i gusti della mia famiglia il sugo col gattuccio sposa benissimo con gli gnocchetti, io ci ho condito altra pasta e mi pare ci perda, opinione mia.
                              Elena

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X