Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Nuova ricetta per l'arista

    Uno dei miei cavalli di battaglia è l'arista al latte, ma la faccio in tanti altri modi. Oggi ho esperimentato così:

    arista da chilo
    tre spicchi d'aglio
    due porri (abbastanza grossi)
    un mazzetto di cavolo nero
    un bicchiere di vino rosso
    sale e pepe
    olio bono

    Pulite il cavolo levando la nervatura centrale, poi tagliatelo. Pulite i porri ed affettateli a rondelle, poi dividetele a metà. Legate l'arista, poi massaggiatela con sale e pepe. In un tegame capiente mettete un bel giro d'olio bono e fate soffriggere l'aglio a spicchi, quando sono ben coloriti levateli e mettete l'arista; fatela rosolare molto bene da tutti i lati, poi sfumate con il vino. Aggiungete le verdure, gli spicchi d'aglio, un bicchiere d'acqua e, appena prende il bollore, abbassate il fuoco e fate cuocere coperto per un'ora. Se si asciuga troppo aggiungete ancora acqua calda. Una volta cotta l'arista, levatela dal tegamee tenetela in caldo, mentre il sugo lo frullate col pimer. Se necessario aggiustate di sale, ma non dovrebbe servire. Affettate la carne e nappatela col sugo. Voilà!
    ciao
    marchino
    "Siete il mio tempo migliore" (Eleonora)

  • #2
    Ganza!! La tua al latte resta sempre la mia arista preferita in assoluto... questo connubio cavolo nero e porri mi pare molto interessante.
    Usi sempre l’arista disossata vero?

    Commenta


    • #3
      Certo. Mi sono cimentato anche con quella con l'osso, ma è difficile trovarla come si deve. In più, se possibile, me la faccio disossare e con l'osso ci faccio il sugo finto. L'avevo già postato tempo fa.
      Il connubio è gustoso, i porri smorzano un po' il sapore forte del cavolo, che non essendo stato prima lessato, conserva il suo gusto deciso ed un pochino amarognolo.
      ciao
      marchino
      "Siete il mio tempo migliore" (Eleonora)

      Commenta


      • #4
        da provare... anche se l'arista al latte è la mia preferita...
        grazie per la ricetta... porro e cavolo nero mi incuriosisce
        Federica
        "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

        Commenta


        • #5
          Pubblicato originariamente da marchino Visualizza il messaggio
          Certo. Mi sono cimentato anche con quella con l'osso, ma è difficile trovarla come si deve. In più, se possibile, me la faccio disossare e con l'osso ci faccio il sugo finto. L'avevo già postato tempo fa.
          Questo me l’ero perso!!! Vado alla ricerca!!!

          Commenta


          • #6
            Ti posso risparmiare la fatica: basta fare un abbondante soffitto classico, poi aggiungere l'osso dell'arista e coprire con passata di pomodoro. Mettere a sobbollire piano piano per sette/otto ore, finché i vari ossi che facevano parte dell'arista si sono scomposti e vengono su bianchi e pulitissimi. L'importante è che non abbiano rotto gli ossi facendo troppe schegge.
            ciao
            marchino
            "Siete il mio tempo migliore" (Eleonora)

            Commenta


            • #7
              Arista interessante!

              Per il sugo, pensavo proprio al problema schegge d'osso, a fine cottura di potrebbe filtrare.....
              "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

              Commenta


              • #8
                Pubblicato originariamente da marchino Visualizza il messaggio
                Ti posso risparmiare la fatica: basta fare un abbondante soffitto classico, poi aggiungere l'osso dell'arista e coprire con passata di pomodoro. Mettere a sobbollire piano piano per sette/otto ore, finché i vari ossi che facevano parte dell'arista si sono scomposti e vengono su bianchi e pulitissimi. L'importante è che non abbiano rotto gli ossi facendo troppe schegge.
                ciao
                marchino
                da provare assolutamente... grazie
                Federica
                "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

                Commenta


                • #9
                  Grazie Marchino. Mi piace il tuo modo di fare cucina di casa...

                  Commenta


                  • #10
                    Provata oggi, ma avevo arista a fette quindi ho fatto due preparazioni separate. E' piaciuta a tutti!
                    Meno male che ce l'hai raccontata!
                    "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

                    Commenta

                    Operazioni in corso..
                    X