Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cena della vigilia: uno spettacolo!!!!! Tutto ottimissimo!!!!

    Per la vigilia di Natale avevamo l'usanza di fare la cena a casa della mamma di Stef, con suo cugino ed i nipoti. Visto ( ) che Stef non si può muovere causa postumi postoperatori, sua madre è venuta da noi. Abbiamo invitato anche Lucia Berna suo marito e sua figlia.
    Per aperitivo vin d'orange e prosecco, accompagnato da: anacardi al naturale, arachidi salate, frutti del cappero sott'aceto e dei peperoncini tondi ripieni di tonno che hanno fatto dei nostri amici, e che sono STRA TO SFERI CI! dolci dolci, sodi ma non duri, gustosissimi.
    Per primo ho fatto come da tradizione gli spaghetti col tonno, ma a modo mio:

    per 6/7 persone
    500 gr. spaghetti (io ho usato gli spaghetti quadrati de La Molisana)
    3 scatoline di tonno al naturale
    1 scatola di sgombri al naturale
    150 gr di filetto di tonno
    500 gr. di passata di pomodoro (io ho usato quella homemade di quest'estate)
    una cipolla ramata
    30 gr. di granella di pistacchio

    Ho fatto soffriggere un minuto la cipolla tritata in olio bono, poi ho aggiunto le scatole di pesce sgocciolate ed ho cominciato, a fuoco basso, a rigirare sminuzzando il pesce, per cinque minuti. Ho alzato il fuoco ed aggiunto il pomodoro, poi appena ha ripreso il bollore ho abbassato e fatto cuocere per altri cinque minuti.
    Ho buttato la pasta in acqua bollente salata, e mentre cuoceva ho tagliato a cubettini piccoli il filetto di tonno, ed in un padellino antiaderente ho tostato leggermente il pistacchio.
    Appena cotta la pasta l'ho scolata tenendola molto umida, ho messo in una terrina metà sugo di tonno, la pasta, l'altra metà del sugo ed i pistacchi, ho rigirato bene poi ho aggiunto il fletto a dadini, rigirato ancora molto bene, riposo di due minuti e servito. Una delizia incredibile!!!

    Per secondo la mamma di Stef ha fatto ,sempre secondo tradizione, le frittelle di baccalà e le cdine fritte.

    Per le frittelle ha fatto la pastella (colla come la chiamano a Modena) con acqua e farina ed un pizzico di sale, poi ha aggiunto il baccalà dissalato (ma non lessato) a scagliette, mescolato bene, poi fritto in olio profondo a cucchiaiate.

    Le codine sono delle code di rana pescatrice, ma le code, quindi pezzi piuttosto piccoli, che ha impanato come le cotolette alla milanese, uovo pangrattato e parmigiano grattugiato, poi fritto sempre in olio profondo. Un pizzico di sale e le mangi a mo' di ciliegie!

    Come dessert sempre la mamma di Stef ha fatto la zuppa inglese ed i tortelli fritti, tipici modenesi, ma per le ricette sono al buio. Forse Stef a suo tempo ha messo quella dei tortelli.

    Est Est Est per accompagnare la cena, e champagne coi dolci, a seguire grappa e gin (ma di quello buono!!!) per digerire.
    E tante chiacchere, risate, ricordi e racconti; insomma una serata splendida, in cui il cibo benché eccezionale no ha retto il confronto con la buona compagnia.

    BUON NATALE!

    ciao
    marchino
    "Siete il mio tempo migliore" (Eleonora)

  • #2
    Buon Natale! (E buon onomastico a Stefi, mi porto avanti per domani).
    Da noi non c'è la tradizione della cena della vigilia, e men che mai degli spaghetti con il tonno... ma mi sono segnata la ricetta per un pranzo (o cena) speciale. Una domanda: il filetto di tonno è a crudo, ho capito bene?
    Paola
    La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore (Voltaire).

    Commenta


    • #3
      Sì, è a crudo, si scalda col calore della pasta mentre mescoli.
      Buone Feste.
      ciao
      matrchino +stef
      "Siete il mio tempo migliore" (Eleonora)

      Commenta


      • #4
        Che delizie! Auguri a voi tutti!
        Da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi bisogni(A. Campanile) www.ricettelle.blogspot.com

        Commenta

        Operazioni in corso..
        X