Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Vigilia, Natale e S.Stefano

    Finalmente riesco a sedermi e postarvi i miei menù di queste feste che come tradizione sono sempre le stesse cose

    Per la cena della vigilia eravamo 15 adulti e 5 bambini


    Questi di seguito serviti come antipasto

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   pizze scarola.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 48.8 KB 
ID: 2926144


    pizze di scarola, quella con il segno sopra oltre alle olive e capperi conteneva anche acciughe salate

    pulisco e lavo bene le scarole (indivia) lisce, do giusto un bollo in poca acqua bollente, le scolo e le ripasso in padella con olio e aglio e il sale che serve, fino a quando si asciugano bene, un po prima di toglierle dal fuoco aggiungo olive di gaeta snocciolate e capperi dissalati, volendo si possono aggiungere anche acciughe dissalate,(non piacciono ai miei figli) uva passa e pinoli ( non piacciono a me e non li metto), in alcuni posti dell'entroterra mettono anche noci. Nel frattempo che le scarole si raffreddano faccio l'impasto per la pizza, diciamo che su un kg. di farina aggiungo 3 cucchiai di strutto (faccio tutto a occhio), il panetto di lievito una generosa presa di pepe nero punzecchio sopra con una forchetta, in modo che in cottura esca tutta l'umidità , metto in forno statico a 180° per circa 45'.

    macinato, il,sale che serve e impasto con tanta acqua quanto ne serve per avere un impasto morbido, metto a crescere, appena è cresciuto ne stendo un po più della meta con il matterello, la stendo abbastanza sottile, fodero la teglia metto all'interno le scarole, tiro un altro disco di pasta sempre sottile e copro, arrotolo i bordi della pasta e


    Polpo all'insalata

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   polpo all'insalata.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 72.7 KB 
ID: 2926145


    polpo lessato in acqua e pepe, tolto un po calloso e fatto raffreddare, tagliato a pezzi e condito con olio, sale, aglio, sedano e prezzemolo e succo di limone.



    Insalata di rinforzo


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   insalata di rinforzo.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 61.4 KB 
ID: 2926146



    prendo un bel cavolfiore, lo taglio a pezzi e lo lesso in acqua bollente, lo scolo al dente e lo raffreddo sotto l'acqua fredda in modo da fermare la cottura, quando il cavolfiore e ben raffreddato aggiungo le papaccelle ( peperoni tondi messi sott'aceto e qui a Napoli molto usati ) tagliate a pezzetti, alici salate, olive bianche, olive di gaeta, condisco con olio, un po" di aceto e il sale che serve, quest'insalata è più saporita se preparata il giorno prima.


    per primo


    Linguine all'astice

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   linguine all'astice.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 53.4 KB 
ID: 2926147

    In una larga padella ho messo un generoso giro d'olio, aglio e prezzemolo tritato finemente, ho fatto appena dorare e ho fatto aggiungere da Pietro gli astici interi e ancora vivoi, li ho rigiraio un po, aggiunto un po di pepe e ho poi sfumato con il vino bianco, ho coperto e fatto cuocere circa una decina di minuti, ho tolto lgli astici dalla padella e messo circa 400 g. di pomodori del piennolo schiacciati con le mani, ho fatto spaccare e fare a pezzi sempre da Pietro gli astici e recuperato il liquido che hanno emesso, ho rimesso di nuovo gli astici nel sughetto con tutto il loro liquido e li ho portati a cottura, li ho tolti di nuovo e nel sughetto ci ho spadellato le linguine che nel frattempo avevo cotto al dente aggiungendo prezzemolo tritato, ho impiattato e aggiunto in ogni piatto un pezzo d'astice.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   astice.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 62.3 KB 
ID: 2926148


    continua
    Amo la cucina da quando ero bambina, principalmente è la cucina della mia tradizione ma non disdegno sperimentazioni e altri territori.il mio blog

    www.rosariaaifornelli.blogspot.com

  • #2
    Per secondo frittura di pesce


    baccalà fritto

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   baccalà fritto.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 51.7 KB 
ID: 2926150


    semplicemente infarinato e poi fritto in olio profondo

    calamari fritti


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   calamari fritti.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 59.0 KB 
ID: 2926151

    infarinati con metà farina 00 e metà semola e fritti sempre in olio profondo

    gamberoni fritti

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gamberoni fritti.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 65.8 KB 
ID: 2926152

    fritti senza infarinare


    la frittura è stata fatta da Pietro e da mio genero


    poi frutta secca e frutta fresca


    dolci

    cassata


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   cassata2018.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 45.7 KB 
ID: 2926153



    faccio il pan di spagna un due tre giorni prima di assemblare la cassata in modo che si taglia meglio. Passo al setaccio la ricotta e l'amalgamo allo zucchero, per ogni 350 gr. di ricotta aggiungo 200 g. di zucchero, aggiungo i canditi tagliati piccoli e gocce di cioccolato fondente, un mezzo bicchierino di strega, amalgamo bene tutto e tengo un po in frigo. Taglio il fondo del pan di spagna e tolgo la mollica lasciando il bordo, riempio con la crema di ricotta e copro con il fondo quindi capovolgo la cassata sul vassoio. Stendo con il matterello il marzapane verde e ne ricavo una striscia alta quando il bordo del pan di spagna e ne ricopro lo stesso, sciolgo a bagnomaria il naspro e lo verso velocemente sulla cassata quindi decoro con frutta candita


    roccocò


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   roccocò.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 67.8 KB 
ID: 2926154

    1 Kg. di farina 800 g. di zucchero 700 g. di mandorle 5 g. di ammoniaca 150 g. di canditi misti (io ho messo solo scorzetta d'arancia) 25 g. di pisto 1 bustina di cannella 300 g. di acqua 2 bustine di vanillina 2 cucchiai di pasta d'arancio 1 uovo per spennellare Mescolare tutto aggiungendo le mandorle metà intere e metà tritate preferibilmente nel mortaio, formare i roccocò e poggiarli su una teglia da forno rivestita di carta da forno. Infornare a 180° per circa 20 -25'

    continua
    Amo la cucina da quando ero bambina, principalmente è la cucina della mia tradizione ma non disdegno sperimentazioni e altri territori.il mio blog

    www.rosariaaifornelli.blogspot.com

    Commenta


    • #3
      La cassata parla...
      Maria Grazia

      Commenta


      • #4
        Ma anche quel bel pesce...
        Maria Grazia

        Commenta


        • #5
          poi struffoli fatti da Brunellla mia figlia non fotografati, panettone, pandoro avuti in regalo


          Natale 16 adulti e 6 bambini

          Brodo di gallina con tagliolini all'uovo

          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   tagliolini in brodo.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 40.6 KB 
ID: 2926171

          brodo fatto con due galline che mi ha portato mio genero da Cosenza allevate da lui in campagna e tagliolini fatti in casa


          secondo

          galline lesse, agnello alla brace

          insalata di rinforzo

          frutta secca e fresca

          dolci


          S. Stefano 14 adulti e 4 bambini

          per primo


          rigatoni al forno


          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   rigatoni al forno.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 49.2 KB 
ID: 2926172





          Ho preparato il ragù napoletano . Ho fatto le polpettine con carne macinata, pane secco ammollato nell'acqua, parmigiano grattugiato, aglio, prezzemolo, sale e pepe e le ho fritte. Ho lessato i rigatoni nel frattempo ho sciolto la ricotta con qualche mestolo di ragù, ho scolato i rigatoni molto al dente e li ho condito con la ricotta al sugo, nella teglia ho messo un po di ragù, ho fatto uno strato di pasta, uno strato di polpettine e fiordilatte tagliato a pezzetti, ho coperto con qualche mestolo di ragù, parmigiano grattugiato, altro strato di pasta altro ragù e altro parmigiano grattugiato e infornato per circa 30' a 200°.


          per secondo

          girello di vitello con contorno di piselli

          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   nocevitello piselli.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 38.0 KB 
ID: 2926173


          in una casseruola capiente ho messo un po d'olio una mezza cipolla, una carota e un gambo di sedano tritati finemente e fatto soffriggere ho aggiunto il girello di vitello e l' ho fatto rosolare da tutti i lati, ho bagnato con un po di vino bianco e appena il vino si è asciugato ho aggiunto circa mezzo litro di brodo, ho abbassato la fiamma e coperto, ho rigirato ogni tanto il pezzo di carne, appena il brodo si è ristretto parecchio, sarà passato circa un ora ho tolto il pezzo di carne e ho filtrato il liquido ho stemperato con esso un cucchiaio di farina e ho fatto addensare un po sul fuoco, al momento di servire ho affettato con l'affettatrice il pezzo di carne e o irrorato direttamente nei piatti le fettine con il sugo, l'ho accompagnato con contorno di piselli.
          Piselli
          ho affettato sottilmente mezza cipolla e messa in una padella con un po d'olio e pezzettini di guanciale, appena la cipolla si è imbiondita ho aggiunto i piselli surgelati, ho salato e pepato e ho fatto andare per circa 5 minuti, ho aggiunto un po d'acqua e ho portato a cottura.


          frutta secca e fresca
          dolci
          Amo la cucina da quando ero bambina, principalmente è la cucina della mia tradizione ma non disdegno sperimentazioni e altri territori.il mio blog

          www.rosariaaifornelli.blogspot.com

          Commenta


          • #6
            Mamma mia Rosaria, mi sembra di sentire i profumi e gli aromi! Che meraviglia! E che lavorone!!!
            Grazy
            ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
            Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

            Commenta


            • #7
              Ma che bei menù e che piatti appetitosi... non saprei quali scegliere
              Isabella
              "per l'oca, citofonare Archicuoca!" (Annette)

              Commenta


              • #8
                Rosaria, quante belle e buone cose!
                Da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi bisogni(A. Campanile) www.ricettelle.blogspot.com

                Commenta


                • #9
                  Nel testo alla pizza di scarole c’è stato un po’ di confusione e il forum ti ha messo un paio di righe sotto ma si capisce uguale.

                  i tuoi racconti sono stupendi. La versione doppia della pizza di scarole perché ai tuoi figli non piacciono le acciughe... e per tutti senza pinoli e uvetta perché non piacciono a te (anche io faccio uguale non dirlo in giro ahah).

                  La pasta con l’astice parla. E anche il fatto che tu li faccia calare da Pietro nell’acqua calda ahaha. Sei unica.
                  (come fa Pietro a romperli? Sai che io non l’ho mai fatto?)

                  Commenta


                  • #10
                    Rosaria mi sono letta tutte le ricette... emi sono stancata solo a leggere! A parte il numero impressionante di persone... ma hai fatto tutte cose buonissime che sanno di casa... mentre leggevo mi pareva di sentire il profumo... sei incredibile.

                    Applausi applausi!!!!

                    Commenta


                    • #11
                      che meraviglia Rosaria, mi fa gola tutto! Ma soprattutto quelle pizze di scarole... mamma mia... pare di sentirne il profumo da qui!
                      - La vita è troppo incerta per far perdere di profumo alle spezie. -
                      Diletta

                      Commenta


                      • #12
                        Rosa', sei unica!
                        Davvero complimentissimi per tutto quello che hai cucinato, ma tu qualcosa sei riuscito ad assaggiare?
                        If you can't stand the heat, stay out of the kitchen!
                        radiocucina.blogspot.com

                        Commenta


                        • #13
                          Pubblicato originariamente da Rossanina Visualizza il messaggio
                          Nel testo alla pizza di scarole c’è stato un po’ di confusione e il forum ti ha messo un paio di righe sotto ma si capisce uguale.

                          i tuoi racconti sono stupendi. La versione doppia della pizza di scarole perché ai tuoi figli non piacciono le acciughe... e per tutti senza pinoli e uvetta perché non piacciono a te (anche io faccio uguale non dirlo in giro ahah).

                          La pasta con l’astice parla. E anche il fatto che tu li faccia calare da Pietro nell’acqua calda ahaha. Sei unica.
                          (come fa Pietro a romperli? Sai che io non l’ho mai fatto?)
                          Ciao Ross, per le pizze di scarola l'uvetta e pinoli non la metto non solo perché non piace a me (che poi i pinoli li metterei pure perché mi piacciono ma agli altri no) ma non piace a nessuno
                          L'astice non oso toccarlo finché si muove e mai mi azzarderei a cucinarlo in assenza di Pietro! ma adoro mangiare l'astice!
                          Lui li rompe con il tranciapollo .
                          Coma stai? va meglio?
                          Amo la cucina da quando ero bambina, principalmente è la cucina della mia tradizione ma non disdegno sperimentazioni e altri territori.il mio blog

                          www.rosariaaifornelli.blogspot.com

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie a tutte!
                            Amo la cucina da quando ero bambina, principalmente è la cucina della mia tradizione ma non disdegno sperimentazioni e altri territori.il mio blog

                            www.rosariaaifornelli.blogspot.com

                            Commenta


                            • #15
                              Meraviglia davvero!

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X