X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Esperimento carpiato con pasta da rosticceria (ahimè no foto)

    Ciao a tutti!
    Come già annunciato nel titolo, purtroppo non ho foto, il che rende sempre un topo meno allettante, ma siccome ho fatto un doppio esperimento carpiato ed è riuscito molto bene, mi sembrava una cosa carina condividerlo con voi, visto che oltretutto posto sempre veramente poco..anzi, quasi nulla.
    Antefatto: dovevo produrre un po' di cosine da portare al buffet di compleanno di un'amica e sono in rigorosa modalità svuotafrigo/freezer/dispensa, quindi mi sono ingegnata per fare il meglio con ingredienti che avevo a disposizione. Sono quindi usciti una ciambella salata fatta più o meno con la base della ciambella alla panna di Marisa C (con formaggi e salumi tritati al posto dello zucchero) e cotta nel fornetto Versilia sul fornello più un hummus di ceci, barbabietole e patate dolci, ma volevo anche qualcos'altro di sostanzioso.
    Mi è quindi venuto lo schiribizzo di provare a fare una sorta di simil sfincione usando la pasta da rosticceria di Ro come base. Mentre mi accingevo ad impastare, ho deciso di sostituire una parte della farina con semola (non rimacinata), per vedere cosa potesse succedere. Ho impastato la sera con un quantitativo basso di lievito, lasciato lievitare in ciotola fuori dal frigo tutta notte, la mattina steso in teglia, fatto lievitare un'altra ora, condito e cotto.
    Ebbene...una meraviglia! Base soffice e croccante assieme, dolcina e saporita, cotta perfettamente..innamorata!
    Come condimento ho usato tutti i fondi di concentrato e pomodoro in forme varie che avevo, condito con sale di sedano, za'atar, origano, capperi, poco aglio, una punta di sciroppo d'agave (al posto dello zucchero) e olio buono. Più mozzarella di bufala ben asciutta sbriciolata grossolanamente ed una spolverata di panko per la croccantezza. Avevo in mente di fare il vero condimento da sfincione, con la cipolla e tutto, ma poi..ho cambiato idea e ho scelto la via più svuotafrigo anche lì. Prossima volta lo faro, perché ovviamente ci sarà una prossima volta..troppo buono.

    Basta, tutto qui, mi spiace per il papiro senza immagini, ma spero che lo spunto (anzi, gli spunti, contando anche la versione salata della ciambella) vi risultino interessanti.
    Un bacio e buon fine settimana!
    - La vita è troppo incerta per far perdere di profumo alle spezie. -
    Diletta

  • #2
    Bellissimi spunti!!
    Grazie!
    Maria Grazia

    Commenta


    • #3
      Mi fa piacere!! Poi, prossimamente, vorrei provare con lo stesso impasto a fare delle ciambellette simil-bagel.. mi dà l'idea che si presti bene, dolcino, soffice e saporito com'è..
      - La vita è troppo incerta per far perdere di profumo alle spezie. -
      Diletta

      Commenta


      • #4
        Mi piace l’idea!!! Anche di cone hai modificato un dolce come la ciambella alla panna in una torta salata sostituendo con ingredienti che tenessero la struttura al posto dello zucchero!
        Sei un genio!!!

        Commenta


        • #5
          Diletta, la semola non rimacinata sarebbe quella a grana grossa tipo polenta?
          Carmen

          Commenta


          • #6
            Pubblicato originariamente da Rossanina Visualizza il messaggio
            Mi piace l’idea!!! Anche di cone hai modificato un dolce come la ciambella alla panna in una torta salata sostituendo con ingredienti che tenessero la struttura al posto dello zucchero!
            Sei un genio!!!
            Appena ho letto ho pensato: "Senza lo zucchero, come "tiene" la ciambella?"

            Poi ho confrontato con la ricetta del cake bourguignon di Betti e (zucchero a parte), sono identiche con l'olio (ed il vino per compensare l'acqua mancante nell'olio) al posto della panna nel cake

            Ciambella --> Cake Bourguignon
            250g farina --> 250 farina
            3 uova --> 3 uova
            250g zucchero --> ovviamento no
            panna liquida fresca 250 ml --> 100 ml olio + 100 ml vino bianco secco
            2 cucchiai di rum (per me può essere facoltativo) --> ovviamente no
            ½ bustina di lievito --> 1 bustina lievito

            A naso, mi piace di più l'idea dell'olio e del vino nel cake salato, ma effettivamente la panna lega benissimo con formaggi e salumi.

            Commenta


            • #7
              [QUOTE=dilettaluna;n2926666]
              Ebbene...una meraviglia! Base soffice e croccante assieme, dolcina e saporita, cotta perfettamente..innamorata!
              /QUOTE]

              Diletta, secondo te il risultato è dovuto principalmente alla semola (in che proporzioni rispetto alla farina bianca?) o alla lunga lievitazione?

              Commenta


              • #8
                Oups, scusate! Sono stata via qualche giorno e mi son persa le vostre risposte e domande!
                Grazie intanto per aver apprezzato le idee.. non essendo una grandissima golosa di dolci, ma di salati sì, mi capita di voler convertire ricette.. a volte riesce meglio... a volte.. no

                Carmen (non riesco a taggarti, acci), esattamente, la semola grossa, quella intermedia tra la rimacinata ed il semolino, che si usa soprattutto per pasta e, al sud, per panificazione. Penso che rimacinata andrebbe bene lo stesso, magari con un risultato meno rustico e forse leggermente più arioso della pasta.

                gianni ho messo 150 g di semola su un totale di 500 g di farina che ho impastato, 1/3 scarso, quindi. Stavolta sono andata a occhio ed il risultato mi è piaciuto, quindi mi sento di consigliarlo. Il risultato penso sia un mix tra la ormai più che dimostrata validità della ricetta e le sue proporzioni, sicuramente esaltata dalle qualità della semola (maggiori profumo e sapore rispetto alla farina bianca e croccantezza nel prodotto finito), ma anche dal riposo lungo, certamente. Credo che, con tempi di lievitazioni più brevi, l'aggiunta della semola renderebbe sì più saporito, ma anche molto meno leggero e arioso l'impasto.

                Prossimo esperimento ancora, vorrei provare a "tagliare" la farina con una ai cereali o con dei semi.. chissà.
                - La vita è troppo incerta per far perdere di profumo alle spezie. -
                Diletta

                Commenta


                • #9
                  Diletta, nessuno può taggarmi perché ho la @ nel nik . Comunque grazie, credo di aver capito, è una semola intermedia che non ho mai avuto tra le mani, perchè prendo sempre la rimacinata, invece quella che noi chiamiamo semola grossa è più grossa del semolino.
                  Carmen

                  Commenta


                  • #10
                    Che belle idee, Diletta! Per cortesia, quando hai un attimo di tempo mi scriveresti esattamente come hai fatto la ciambella alla panna in versione salata? Si avvicina il compleanno di Mario...
                    Da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi bisogni(A. Campanile) www.ricettelle.blogspot.com

                    Commenta

                    Operazioni in corso..
                    X