X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • I grandi classici: gli gnocchi

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   81095050-A799-4804-9F89-CC0A75B1DEF0.jpeg 
Visite: 1 
Dimensione: 293.0 KB 
ID: 2930215 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   6CE125F5-9600-454B-B08B-3A79ADFDEA90.jpeg 
Visite: 1 
Dimensione: 425.3 KB 
ID: 2930214 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   B377A198-72A5-4B72-8E0C-1AA8496805FA.jpeg 
Visite: 1 
Dimensione: 445.0 KB 
ID: 2930213 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   5E60A486-B0CA-4EA1-8479-F7CED136E617.jpeg 
Visite: 1 
Dimensione: 306.5 KB 
ID: 2930212 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   EB7316E2-1D81-403F-AC13-855795CA3585.jpeg 
Visite: 1 
Dimensione: 389.8 KB 
ID: 2930211

    Oggi ho fatto gli gnocchi.
    per ogni kg di patate cotte spellate e schiacciate
    1 uovo
    300 gr di farina
    sale.
    impastare gli ingredienti velocemente.
    poi formare dei filoncini
    Taglire a tocchetti e cuocere in abbondante acqua salate fino a quando vengono 8n superficie.
    condire con quel che piace.

    questa la versi9ne “espressa” per mangiarli subito
    In gastronomia, ho adattato la ricetta per esigenze di conservazione/vetrina.
    Prima correzione per ogni kg di patate uso 500 gr di far8na, lo gnocco deve essere un po’ più consistente, per reggere bene il raffreddamento e poi il successivo riscaldamento da parte del cliente .
    una volta che vengono a galla, li immergo subito in acqua freddissima,
    Poi li sistemo in pirofila con un filo di olio di semi e via in abbattitore.
    Così durano tranquillamente 3/4 gg in frigo.
    per riscaldarli, basta mettere in sugo in una bella padella, riscaldalo bene mettere gli gnocchi e far andare fino a quando lo gnocco al suo interno è ben caldo.
    Chi non ha l’abbattitore, deve comunque raffreddare lo gnocco fino a che nel suo 8nterno risulta freddo. Questo si buon fare mettendo gli gnocch8 8n una terrina sotto l’a qua Fredda di rubinetto ( che dovrebbe avere circ a10º).. lo gnocco è pronto per il frigo, quando ineserendo la lingua in mezzo non si sente più caldo.

    Grazy
    ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
    Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

  • #2
    Grazie del consiglio per conservarli, può sempre servire
    Carmen

    Commenta


    • #3
      Pubblicato originariamente da c@rmen Visualizza il messaggio
      Grazie del consiglio per conservarli, può sempre servire
      Infatti! Certe volte non si fanno gli gnocchi a pranzo o se si hanno ospiti, perchè richiedono una certa preparazione e poi, hai tutta la cucina in disordine...
      in questo modo, ad esempio li puoi fare il giorno prima ad esempio, con calma.
      Grazy
      ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
      Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

      Commenta


      • #4
        Grazie davvero, imparare questi saper fare mi piace tanto
        Da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi bisogni(A. Campanile) www.ricettelle.blogspot.com

        Commenta


        • #5
          Grazie!
          Si è sempre i meridionali di qualcuno.

          alberta

          Commenta


          • #6
            Geniale, grazie Graziana!
            Qui ci ho ancora l'abbattitore naturale... sul balcone!
            If you can't stand the heat, stay out of the kitchen!
            radiocucina.blogspot.com

            Commenta


            • #7
              Che buoni!
              Maria Grazia

              Commenta


              • #8
                Grazie per la dritta.
                So che le patate devono essere tiepide prima di impastarle con la farina. Confermi?

                Commenta


                • #9
                  QUOTE=gianni;n2930247]Grazie per la dritta.
                  So che le patate devono essere tiepide prima di impastarle con la farina. Confermi?[/QUOTE]

                  Io 8mapsto sia fredde che tiepide, a seconda del tempo che ho a disposizione
                  Grazy
                  ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
                  Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

                  Commenta


                  • #10
                    Grazie delle dritte!
                    Graziella

                    Commenta


                    • #11
                      Pubblicato originariamente da Graziana Visualizza il messaggio
                      QUOTE=gianni;n2930247]Grazie per la dritta.
                      So che le patate devono essere tiepide prima di impastarle con la farina. Confermi?
                      Io 8mapsto sia fredde che tiepide, a seconda del tempo che ho a disposizione [/QUOTE]

                      Un aspetto che mi ha sempre frenato dal fare gli gnocchi è che ci vule tanto: lessa le patate, raffreddale, impasta, forma gli gnocchi... Per curiosità, Graziana, quanto ci metti tu a farli. Una volta che hai, per esempio, un chilo di patate già lessate ed a temperatura giusta?

                      Commenta


                      • #12

                        Un aspetto che mi ha sempre frenato dal fare gli gnocchi è che ci vule tanto tempo
                        Gianni ma li puoi fare e surgelarli. Quando servono li butti direttamente in acqua bollente.

                        Qui si fanno anche i chìfei (cioè da Kipfel) di patate. Con lo stesso impasto degli gnocchi steso a bastoncini lunghi, anzichè tagliare gli gnocchi da 1 cm, tagli dei bastoncini di 5-7 cm che si piegano a ferro di cavallo e si friggono in olio caldo.
                        Sono un accompagnamento ideale al gulasch o a spezzatini. Anche questi si surgelano e friggono direttamente

                        Commenta


                        • #13
                          Pubblicato originariamente da roberto zot Visualizza il messaggio

                          Gianni ma li puoi fare e surgelarli. Quando servono li butti direttamente in acqua bollente.

                          Qui si fanno anche i chìfei (cioè da Kipfel) di patate. Con lo stesso impasto degli gnocchi steso a bastoncini lunghi, anzichè tagliare gli gnocchi da 1 cm, tagli dei bastoncini di 5-7 cm che si piegano a ferro di cavallo e si friggono in olio caldo.
                          Sono un accompagnamento ideale al gulasch o a spezzatini. Anche questi si surgelano e friggono direttamente
                          Roberto, ma sai che io non mi trovo perniente bene a congelarli da crudi e buttarli in acqua bollente dal congelatore?
                          ho provato mille ricette, ma mi si impappano.. o comunque la parte più esterna dello gnocco diventa molliccia.
                          eppure ho anche abbattitore... un risultano migliore lo ottengo congelandoli cotti...
                          Grazy
                          ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
                          Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

                          Commenta


                          • #14
                            Pubblicato originariamente da gianni Visualizza il messaggio

                            Io 8mapsto sia fredde che tiepide, a seconda del tempo che ho a disposizione
                            Un aspetto che mi ha sempre frenato dal fare gli gnocchi è che ci vule tanto: lessa le patate, raffreddale, impasta, forma gli gnocchi... Per curiosità, Graziana, quanto ci metti tu a farli. Una volta che hai, per esempio, un chilo di patate già lessate ed a temperatura giusta?[/QUOTE]

                            Allora, per cuocere le patate cimetto dai 40 ai 50minuti a seconda della loro dimensione. Le scolo e le pelo subito. Le schiaccio da calde perchè si fa meno fatica.
                            so che qualcuno le schiaccia direttamente con la buccia, ma io non mi trovo bene.
                            le schiacvio e le allargo per farle raffreddare un po’ così si fa prima. Appena tiepide impasto ( 5 min) eformo gli gnocchi... per 1 kg ci metto circa 15 minuti, forse meno.
                            Grazy
                            ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
                            Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

                            Commenta


                            • #15
                              Sei velocissima. Io sono mooolto più imbranato.
                              Devo esercitarmi.

                              Sai che anch'io non mi trovo bene a cuocere gli gnocchi crudi congelati: anche a me si impappano. Non ho mai provato col congelamento da cotti.

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X