X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    Pubblicato originariamente da Adriano Visualizza il messaggio
    E' un impasto che mi incuriosisce ma che non ho mai fatto.
    Non credo però che possa essere lavorato allo stesso modo, con i due lieviti: un impasto incordato, il lievito chimico non riuscirebbe a gonfiarlo. Allo stesso modo, se non fosse incordato (e dalle foto sembrerebbe così), un impasto così pesante il lievito di birra lo muoverebbe in modo impercettibile.

    In ogni caso, più gli ingredienti sono legati tra di loro maggiore è la vita del prodotto, quindi la durata dovrebbe essere a favore del lievito di birra.
    aiutami a dire...
    l'impasto con lievito di birra e' tipo quella... hai presente il fondo del pandoro che sembra una pasta sfilacciata? Nn so come spiegarti ma credo tu mi capirai. La ricetta che ho preso sul libro dolci di Natale nel mondo e' cosi'. Per me e' ottima, sicuramente superiore all'altra ma solo perche' ha un procedimento di impasto tipico per i lievitati.
    Se si usa lo stesso procedimento per la ricetta di Cansado ne esce fuori piu' o meno la stessa cosa.
    Con il lievito chimico credo non ne possa mai uscire un impasto elastico tipico dei lievitati, piuttosto avrebbe la consistenza di un ciambellone con la conseguenza che dopo qualche giorno si asciugherebbe. Il resto lo hai descritto tu, il lievito chimico nn avrebbe mai la forza di sollevarlo, non ne verrebbe un mattone?
    Poi mi sono super documentata e mi risulta che in tutte le ricette e' presente lievito di birra, anche se loro usano quello secco.
    Correggimi dove sbaglio
    Ultima modifica di RosalbaF; 07/12/2009, 17:43.
    Rosalba Fucciolo

    mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

    Commenta


    • #47
      Pubblicato originariamente da RosalbaF Visualizza il messaggio
      a

      nn ha importanza dove finisce la pallina, l'importante che tagliando la fetta c'e'.
      Bravaaaaaaaa!!!
      cmq vedi la differenza del lievito chimico? Col lievito di birra nn si sarebe spaccato cosi'...


      ps. bravi tutti(anchio ho assaggiato)
      Ho usato il lievito chimico, perché, essendo la prima volta che lo facevo, ho scelto la strada più veloce.
      La prossima settimana faccio la tua con il ldb.
      PAOLA
      Il cioccolato bianco è una supposta per via orale. Iginio Massari.
      http://ilpennellodicioccolato.blogspot.com/

      Commenta


      • #48
        Pubblicato originariamente da cansado Visualizza il messaggio
        Brava Rosalba! Noi dobbiamo ancora cominciare.

        Laura, la mia ricetta prevede lievito chimico, ma io ormai da tempo lo faccio con il lievito di birra
        buono a sapersi!
        La tua libertà  ha inizio dove termina la mia.

        Commenta


        • #49
          Ed ecco i miei

          Elisabetta

          Commenta


          • #50
            Pubblicato originariamente da Elisabetta69 Visualizza il messaggio
            Ed ecco i miei

            Belli!!! Ma hai fatto dose doppia?
            PAOLA
            Il cioccolato bianco è una supposta per via orale. Iginio Massari.
            http://ilpennellodicioccolato.blogspot.com/

            Commenta


            • #51
              In realtà no. E' la dose della ricetta di Cansado. Li ho divisi in 4 pezzi
              Elisabetta

              Commenta


              • #52
                ho fatto lo stollen anch'io... ricetta di Cansado con lievito per dolci...
                ha tenuto la forma... ho fatto le foto... domani provo a metterle...

                che dire... il profumo è ottimo... la curiosità di assaggiarlo tantissima ma l'ho incartato e posto al fresco al sicuro...

                me ne è venuto uno bello grosso.
                da freddo si muove bene ma da caldo ho rischiato di romperlo.

                il burro l'ho spennellato solo sopra
                Federica
                "La vita si ascolta, così come si ascolta il mare... Le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi, tutto torna come prima ma non è più la stessa cosa." (Oceano mare - A. Baricco)

                Commenta


                • #53
                  Pubblicato originariamente da RosalbaF Visualizza il messaggio
                  aiutami a dire...
                  l'impasto con lievito di birra e' tipo quella... hai presente il fondo del pandoro che sembra una pasta sfilacciata? Nn so come spiegarti ma credo tu mi capirai. La ricetta che ho preso sul libro dolci di Natale nel mondo e' cosi'. Per me e' ottima, sicuramente superiore all'altra ma solo perche' ha un procedimento di impasto tipico per i lievitati.
                  Se si usa lo stesso procedimento per la ricetta di Cansado ne esce fuori piu' o meno la stessa cosa.
                  Con il lievito chimico credo non ne possa mai uscire un impasto elastico tipico dei lievitati, piuttosto avrebbe la consistenza di un ciambellone con la conseguenza che dopo qualche giorno si asciugherebbe. Il resto lo hai descritto tu, il lievito chimico nn avrebbe mai la forza di sollevarlo, non ne verrebbe un mattone?
                  Poi mi sono super documentata e mi risulta che in tutte le ricette e' presente lievito di birra, anche se loro usano quello secco.
                  Correggimi dove sbaglio...
                  Si, in effetti è quello che intendevo dire: se si usa il lievito chimico non si può impastare allo stesso modo che con il lievito di birra, ma anche la farina dovrebbe essere diversa.

                  Data la particolare maturazione, se dovessi farlo partirei dalla ricetta più ricca di zucchero e grassi, anche se la "rifinitura" in tal senso la dà il trattamento post cottura.

                  Commenta


                  • #54
                    Questo è il mio stonnel, al posto del lievito secco ho usato il lievito di birra ed ho sostituito una parte di uva passa con i cranberries.





                    Pronto per essere messo a maturare sul terrazzo
                    Ultima modifica di Angelica; 11/02/2010, 17:58.
                    Non fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te, i loro gusti potrebbero essere diversi.
                    George Bernard Shaw

                    Commenta


                    • #55
                      Adrianooooo, che bello leggerti su Coquinaria

                      Complimenti per le tue splendide ricette
                      Non fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te, i loro gusti potrebbero essere diversi.
                      George Bernard Shaw

                      Commenta


                      • #56
                        Allora... l'ho fatto anch'io.

                        Ho usato una bustina di lievito per dolci. L'impasto era consistente ma un po" appiccicoso.
                        In ogni modo, sono riuscita a dargli la forma e l'ho messo su una teglia.
                        Infornato a 180°, forno statico per un'ora e si è allargato parecchio, praticamente ha invaso tutta la teglia.
                        L'ho trasferito con la carta da forno su un foglio di alluminio e si è parzialmente rotto, guardando le foto di Rosalba il suo è proprio un lievitato, il mio è più ciambellone.
                        L'ho unto per benino con il burro fuso, ma non mi sono arrischiata a girarlo (per evitare di buttare tutto).
                        Quindi l'ho ricoperto di zucchero a velo, non ho usato tutto quello indicato, non ce ne stava più!
                        A questo punto fatto raffreddare un po" e incartato, ora riposa bravo bravino sul balcone in mezzo ai ciclamini! Speriamo bene!
                        Grazie per la "stollenata di gruppo"! Un saluto e buon lavoro per chi lo farà nei prossimi giorni!
                        Graziella

                        Commenta


                        • #57
                          alla fine nn serve a nulla dargli la forma, tanto poi e' diventata una pagnotta a tutte
                          mi sa che occorrerebbe lo stampo
                          Rosalba Fucciolo

                          mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

                          Commenta


                          • #58
                            Il mio era rimasto bene in forma cuocendolo nella forma che avevo fatto poi lo arrovesciato per spennellare con il burro e si è rotto e la gobba sopra è sparita.
                            Tanto si era incrinato e l'ho tagliato da freddo e assaggiato. E' crudo all'interno.
                            Eppure l'ho cotto per un'ora a 180°C!
                            Forse il mio impasto è rimasto più umido perché ho lavato l'uvetta e non l'ho asciugata?
                            Forse perché le mie erano uova medie e non grandi?
                            Esperimento non riuscito. Peccato!
                            Laura @---->----

                            Commenta


                            • #59
                              Ci ho provato anche io!!! Ma l'ho fatto in silenzio perche era la prima volta e nn mi sentivo alla vostra altezza!! Ho seguito la ricetta di Rosalba,ma ho usato il lievito chimico, e ho messo solo uvetta e mandorle perche a casa mia nn piacciono i canditi...mo ho aggiunto gocce di cioccolato..speriamo bene...per ora vi posto le foto poi vi diro com'è il sapore..ma cmq sono stata molto contenta di aver potuto condividere con voi questa cosa...grazie a tutti
                              http://img138.imageshack.us/img138/5351/stollen2.jpg
                              Carpe diem

                              Commenta


                              • #60
                                La foto di Tiziana


                                Tiziana neppure a noi piacciono i canditi ma io ce li ho messi ugualmente tritandoli fini, fini
                                Laura @---->----

                                Commenta

                                Operazioni in corso..
                                X