X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Menù n. 5 della scuola alberghiera - Il Friuli Venezia Giulia (RICETTA GUBANA CORRETTA)

    Rieccomi, questa volta tocca al Friuli Venezia Giulia.

    Preparazione regina di questo menù, per me e per tutta la combriccola dei miei compagni, è senza ombra di dubbio la jota.
    Questo leggero e dietetico piatto ce lo siamo slampati alle 23 e 45, quindi poco prima di andare a letto. Non vi dico gli incubi di quella notte, ma ne è valsa la pena! E' una roba straordinaria (però la prossima volta, dopo vado a spaccare la legna).



    Cialzons




    Cjalzons

    Ingredienti per 6 persone
    400 g di farina
    4 uova
    Sale

    Per il ripieno:500 g di spinaci
    1 ciuffo di prezzemolo
    3 cucchiai di pane di segale raffermo sbriciolato
    50 g di cioccolato fondente
    50 g di uvetta
    50 g di cedro candito
    1 cucchiaio di zucchero
    cannella in polvere

    Per condire:80 g diburro
    100 g di ricotta affumicata

    Preparate il ripieno: mondate e lavate accuratamente gli spinaci, metteteli in una capace pentola senza sgrondarli insieme con le foglie di prezzemolo e lessateli a fiamma dolce fino a quando saranno teneri.
    Spegnete il fuoco, !asciateli intiepidire, strizzateli bene, quindi tritateli finemente e metteteli in una ciotola insieme con il pane, il cioccolato grattugiato, l'uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida e ben strizzata, il cedro tritato, lo zucchero e una presa di cannella.
    Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e al centro mettete una presa di sale e le uova; lavorate il tutto fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
    Tirate la pasta in una sfoglia sottile e ricavate con un tagliapasta dei dischi di 7-8 cm di diametro.
    Disponete al centro di ognuno un mucchietto di ripieno, ripiegatelo a metà a forma di mezzaluna, poi arrotolate il bordo, sigillandolo bene, in modo da dare la tipica forma dei cjalzons.
    Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela e cuocete i cjalzons; scolateli con il mestolo forato, disponeteli nei piatti individuali e conditeli con il burro fuso e la ricotta, grattugiata nei fori larghi della grattugia.


    Nota: noi li abbiamo conditi con una ricotta affumicata da noi, cosparsa a fiocchi.





    Jota




    Jota

    Ingredienti per 6 persone
    200 g di fagioli
    150 g di carne di maiale
    2 foglie di alloro
    1 spicchio di aglio
    1 cipolla
    2 chiodi di garofano
    1 cucchiaio di farina 00
    50 g di lardo
    2 foglie di salvia
    1 cucchiaio di prezzemolo tritato
    20 g di farina gialla
    1 00 g di pancetta affumicata, a dadini
    200 g di crauti acidi
    olio extravergine di oliva
    sale


    Lasciate in ammollo i fagioli per 12 ore, sciacquateli e lessateli in acqua inizialmente fredda e non salata, unendo la carne di maiale, tagliata a piccoli pezzi, le foglie di alloro, l'aglio, sbucciato e leggermente schiacciato, e la cipolla, sbucciata e steccata con i chiodi di garofano.
    Lasciate cuocere per circa 40 minuti, finché i fagioli non saranno teneri.
    Nel frattempo scaldate 2 cucchiai di olio in un tegame, versate la farina bianca, fatela rosolare per 2 minuti a fiamma dolce e unitela ai fagioli.
    Pestate il lardo in un mortaio con la salvia e il prezzemolo, fatelo soffriggere nello stesso tegame senza aggiungere condimento, quindi unite la farina gialla, fatela soffriggere, poi incorporatela ai fagioli quando mancheranno circa 30 minuti al termine della cottura.
    Fate rosolare sempre nello stesso tegame la pancetta, unite i crauti, ben sgocciolati dal liquido di conservazione, fateli insaporire e metteteli nella zuppa poco prima di spegnere il fuoco.
    Regolate di sale, mescolate con cura, lasciate insaporire altri 5 minuti, spegnete il fuoco e servite.




    Gulasch triestino




    Goulash triestino

    Ingredienti per 4 persone
    800 g di carne di bovino adulto (sottospalla o girello di spalla)
    60 g di strutto
    700 g di cipolle
    1 cucchiaio di paprica dolce
    1 cucchiaio di paprica piccante
    1 dl di salsa di pomodoro
    1 mazzetto di erbe
    aromatiche (maggiorana, dragoncello, timo)
    sale

    Tagliate la carne a dadi di uguali dimensioni.
    Fate fondere in una casseruola lo strutto e unite le cipolle, sbucciate e tagliate a rondelle sottilissime; !asciatele soffriggere senza che prendano troppo colore.
    Unite la carne e fatela rosolare bene, poi salate e profumate con la paprica.
    Abbassate il fuoco e proseguite la cottura per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto in modo che la carne non si attacchi.
    Se lo stufato si asciugasse troppo, bagnatelo con poca acqua tiepida.
    Unite il mazzetta di erbe e versate la salsa di pomodoro diluita in 1 dl di acqua.
    Mescolate, coprite e proseguite la cottura del gulasch per 1 ora e 30 minuti.
    Togliete dal fuoco e servite, accompagnando a piacere con polenta.





    Strucolo di ricotta




    Strucolo di ricotta

    Ingredienti per 6 persone
    300 g di farina 00
    300 g di ricotta fresca
    120 g di burro
    70 g di zucchero semolato
    30 g di uvetta
    1 cucchiaio di pane raffermo, finemente grattugiato
    1 limone non trattato
    7 tuorli
    zucchero a velo
    olio extravergine di oliva
    burro per lo stampo

    Mettete ad ammollare l'uvetta in acqua tiepida.
    Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e al centro mettete 3 cucchiai di olio e 2 cucchiai di acqua tiepida.
    Lavorate l'impasto fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea, aggiungendo se necessario altra acqua; !asciatelo riposare per circa 30 minuti.
    Preparate il ripieno: riunite in una ciotola la ricotta, 90 g di burro fuso, lo zucchero semolato, l'uvetta ben strizzata, il pane e la scorza grattugiata del limone.
    Mescolate con cura per amalgamare gli ingredienti.
    Stendete l'impasto con il matterello in una sfoglia molto sottile, spennellatela con il tuorlo sbattuto, stendete sopra il ripieno, poi arrotolatela chiudendo bene le estremità e disponete il rotolo in una teglia imburrata.
    Spennellate la superficie del dolce con il burro fuso rimasto e portatelo a cottura in forno caldo a 180° per circa 30 minuti.




    Gubana




    Gubana

    Ingredienti per 8 persone
    Per la pasta:600 g di farina 00
    30 g di lievito di birra
    2 dl di latte
    3 uova
    130 g di zucchero
    100 g di burro
    1 limone
    sale

    Per il ripieno:150 g di gherigli di noce
    1 00 g di uvetta
    60 g di pinoli
    2 fichi secchi
    2 prugne secche
    30 g di cedro candito
    30 g di arancia candita
    100 g di cioccolato fondente
    1 bicchiere
    di Marsala
    2 cucchiai di pangrattato
    30 g di burro
    1 uovo

    Preparate la pasta: scaldate 4 cucchiai di latte e, quando sarà tiepido, unite il lievito e fatelo sciogliere.
    Lavorate in una terrina 100 g di farina con un cucchiaino di zucchero e il lievito sciolto nel latte fino a ottenere un panetto, che farete lievitare coperto.
    Quando avrà raddoppiato il suo volume, unite la farina e lo zucchero rimasti, le uova, il burro morbido, una presa di sale, la buccia grattugiata del limone e il latte necessario per ottenere un impasto morbido e compatto.
    Preparate il ripieno: sbollentate le noci, pelatele e tritatele finemente insieme con i pinoli, i fichi, le prugne e i canditi.
    Raccogliete il tutto in una ciotola, quindi aggiungete l'uvetta, precedentemente ammollata nel marsala e scolata, e il cioccolato grattugiato.
    Unite al composto il pangrattato rosolato nel burro, mescolate bene, poi incorporate anche il tuorlo e l'albume montato a neve.
    Stendete su un canovaccio la pasta in una sfoglia sottile di forma rettangolare, distribuite sopra il ripieno, lasciando un bordo vuoto, quindi arrotolatela su se stessa; formate con il rotolo una spirale non troppo stretta e disponetela sulla placca, imburrata e infarinata, lasciando lievitare ancora una volta, fino al raddoppio.
    Spennellate la superficie con il tuorlo sbattuto, spolverizzate di zucchero e cuocete in forno caldo a 190° per circa 45 minuti.
    Servite tiepido o freddo.



    Il pdf da scaricare lo trovate qui
    Ultima modifica di Marina Panna; 08/11/2012, 07:48.
    Marina, di nuovo Panna... a grande richiesta!
    Il mio spazio di Pura Passione

  • #2
    Belloooo, anche questo è da sballo
    Grazie tesoro
    "E tu li devi aprire sul mondo. Gli occhi sono lo specchio dell'anima. E tu li hai splendidi entrambi!!" (Ross)

    Commenta


    • #3
      salvatooo..grazieee
      lallina forgiamps

      no amatriciana? no party!

      Commenta


      • #4
        .. ma dà i...f a n t a s t i c o ...

        grazie Marina
        Dubium sapientiae initium. (Cartesio)

        Commenta


        • #5
          Pubblicato originariamente da Marisa Visualizza il messaggio
          .. ma dà i...f a n t a s t i c o ...

          grazie Marina
          Marisina, detto da te...
          Marina, di nuovo Panna... a grande richiesta!
          Il mio spazio di Pura Passione

          Commenta


          • #6
            evvivaaa!
            sinceramente, ma per mia profonda ignoranza e insipienza, quando ho letto il titolo ho pensato che del Friuli non conoscevo nulla e non ne ero poi così curiosa, poi ho aperto e acciderbola se mi piace!

            la jota l'ho mangiata una volta a Udine e anche se solitamente non mi piacciono i fagioli, ho gradito molto. il gulasch vabè, sfondi una porta aperta, ci farei anche colazione.
            la gubana, uh la gubana!! è stato il primo lievitato di una certa importanza che ho fatto, pur senza aver mai assaggiato l'originale, e spesso lo sostituisco al panettone anche sulla tavola di Natale. mio papo" ne va matto (e anche io).
            lo strucolo non lo conosco proprio, ma già la parola ricotta e la foto mi invogliano.

            insomma sì che mi piace questo menu! grazie come sempre Marinuccia, e se andrà di corsa a comprarmi i coccetti per la jota come in foto, ritieniti responsabile
            "cambiare il forno è un po' come cambiare parrucchiere" - *coral reef*

            Commenta


            • #7
              Grazie Manu e Lallina
              Marina, di nuovo Panna... a grande richiesta!
              Il mio spazio di Pura Passione

              Commenta


              • #8
                Pubblicato originariamente da Annette Visualizza il messaggio
                e se andrà di corsa a comprarmi i coccetti per la jota come in foto, ritieniti responsabile

                già fatto
                Marina, di nuovo Panna... a grande richiesta!
                Il mio spazio di Pura Passione

                Commenta


                • #9
                  Io li ho! Perà ora sono molto,troppo interessata alla gubana...Che buone cose ci hai proposto!
                  La vecchiaia non è poi così male quando consideri le alternative...

                  Commenta


                  • #10
                    Marina, di bene in meglio...che faccia anch'io la cartellina a te dedicata?
                    Maria Grazia

                    Commenta


                    • #11
                      che belle cose che fate marina, quasi quasi mi vien voglia di iscrivermi alla scuola alberghiera!
                      ...fatti non foste a viver come bruti...

                      http://www.emanuelepolverelli.it/Sit...Benvenuto.html

                      Commenta


                      • #12
                        Belle, belle queste ricette. Non ho commentato le altre raccolte, ma lo faccio adesso. Grazie
                        Francesca Spalluto

                        Commenta


                        • #13
                          Pubblicato originariamente da Franca B Visualizza il messaggio
                          Io li ho! Perà ora sono molto,troppo interessata alla gubana...Che buone cose ci hai proposto!
                          La gubana non l'avevo mai assaggiata, lo ammetto. Sono rimasta colpita da quanto assomigli al panettone! Sarà la mia new entry natalizia di quest'anno!

                          Pubblicato originariamente da anniebrook Visualizza il messaggio
                          Marina, di bene in meglio...che faccia anch'io la cartellina a te dedicata?
                          Marina, di nuovo Panna... a grande richiesta!
                          Il mio spazio di Pura Passione

                          Commenta


                          • #14
                            Pubblicato originariamente da graziella66 Visualizza il messaggio
                            che belle cose che fate marina, quasi quasi mi vien voglia di iscrivermi alla scuola alberghiera!
                            Graziellina magari!! sai come ci divertiremmo insieme?
                            A proposito di divertimento.. pensa che la parte più difficile delle verifiche è scrivermi le cose sulle mani e andarmene da casa senza che i miei figli se ne accorgano..
                            che pessimo esempio..

                            Pubblicato originariamente da Francesca Spalluto Visualizza il messaggio
                            Belle, belle queste ricette. Non ho commentato le altre raccolte, ma lo faccio adesso. Grazie
                            Francesca non abbiamo ancora avuto il piacere di interagire.
                            Anche a me è capitato di seguire le tue cose belle e interessanti in silenzio. Grazie dell'apprezzamento.
                            Marina, di nuovo Panna... a grande richiesta!
                            Il mio spazio di Pura Passione

                            Commenta


                            • #15
                              Marina, ho visto in velocità tutti i menù che hai proposto, per mancanza di tempo... questo l'ho letto e mi piace proprio!!!
                              Quella Jota, anche se un po' diversa da come la facciamo qua, è proprio golosa!!!!

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X