X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Spà¤tzle di zucca

    Spesso abbiamo parlato e mi è stata chiesta questa ricetta, ma mai l'avevo fotografata e tantomeno avevo tenuto a mente le dosi esatte degli ingredienti, perché io gli Spätzle li faccio sempre spannometricamente ... basta che poi alla fine l'impasto sia della consistenza giusta.
    Questa sera, invece, ho pesato tutto per benino.
    Io l'impasto degli Spätzle lo faccio sempre qualche ora in anticipo e metto il boccale in frigo fino all'uso (questo perché la farina in questo modo si gonfia bene).
    Questa sera per il condimento mi sono ispirata alla ricetta di Virgina e devo confermare che l'abbinamento degli agrumi è fantastico con la zucca, quindi quanto prima proverà anche il suo risotto. Grazie Virgina

    Spätzle alla zucca
    dose per tre persone

    200 gr di farina
    2 uova intere
    3 cucchiai di zucca cotta al forno, asciutta, passata al setaccio
    1 bicchiere di latte
    sale

    per il condimento:
    ca. 30 gr di burro fuso assieme a salvia e maggiorana (passato al colino prima di condire)
    grattatina di arancia, limone e mandarino
    parmigiano

    Ho impastato nel Bimby (ma va bene qualsiasi frullatore o anche in una ciotola a mano) le uova con la farina e la polpa di zucca, quindi ho aggiunto il latte fino a raggiungere la giusta consistenza, che deve essere leggermente più dura rispetto agli Spätzle soliti. Salare moderatamente. Lasciare riposare l'impasto per almeno 1 oretta.
    Preparare pentola con acqua salata bollente, appoggiare l'attrezzo per gli Spätzle e versare l'impasto nella vaschettina, muovendola avanti e indietro.
    A ripresa del bollore, abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per 2-3 minuti.
    Scolare gli Spätzle e condire con il burro fuso, spolverare con parmigiano e aggiungere grattatina dei tre agrumi.

    (mio commento: si potrebbe tranquillamente aumentare la dose della zucca - i miei erano molto delicati -, in questo caso ovviamente diminuire il latte)



    (scusate l'orribile foto)
    Tu mi hai fatto conoscere amici che non conoscevo, Tu mi hai fatto sedere in case che non erano la mia, Chi mi era lontano oggi è vicino e lo straniero è divenuto mio fratello (Tagore)

  • #2
    Sembrano davvero buoni!
    Seguirà il tuo consiglio: è giunta l'ora di inaugurare la caccavella per gli spatzle!
    Bravissima, come sempre!

    Commenta


    • #3
      Che zucca era? Prima o poi li faccio anche io devo solo aspettare che non ci siano i ragazzi, dato che non amano la zucca.
      Silvana

      www.doctordogs.org

      Commenta


      • #4
        Ho una zucca al fresco che mi aspetta da giorni, se me la sento domani li farò , perché è da un pezzo che mi frullano per la testa.
        Però nell'impasto che faccio io la dose di farina è di circa la metà ed è maggiore la polpa di zucca.
        Sto cercando di immaginarmi il sapore agrumato...
        "...nella vita non è importante per quanto tempo saremo insieme, quello che succederà in futuro, i progetti che non potremo condividere.. l'importante è esserci incontrati.. è questo l'importante"
        Il mio blog: Tentazioni di gusto

        Commenta


        • #5
          Pubblicato originariamente da silco Visualizza il messaggio
          Che zucca era?
          la tua ovviamente
          Tra le migliori zucche mai avute in mano! Ci ho già fatto i tortelli, oggi gli Spatzle e ne ho ancora un mini-sacchettino già bella e cotta.
          Volevo provare anche la ricetta di Vulkanino con i ceci ma mi sono resa conto che l'ho tutta ridotta in passata
          Mi toccherà farci un risotto!

          Tu mi hai fatto conoscere amici che non conoscevo, Tu mi hai fatto sedere in case che non erano la mia, Chi mi era lontano oggi è vicino e lo straniero è divenuto mio fratello (Tagore)

          Commenta


          • #6
            Pubblicato originariamente da MarinaB Visualizza il messaggio
            la tua ovviamente
            Tra le migliori zucche mai avute in mano! Ci ho già fatto i tortelli, oggi gli Spatzle e ne ho ancora un mini-sacchettino già bella e cotta.
            Volevo provare anche la ricetta di Vulkanino con i ceci ma mi sono resa conto che l'ho tutta ridotta in passata
            Mi toccherà farci un risotto!

            No, no aspetta c'è un'alternativa: venirne a prendere una. Ne ho ancora sai...
            Silvana

            www.doctordogs.org

            Commenta


            • #7
              Pubblicato originariamente da Bruna Cipriani Visualizza il messaggio
              Sto cercando di immaginarmi il sapore agrumato...
              Provalo Bru, caso mai prova solo su un piatto, ma ne vale la pena, è stata una bellissima sorpresa (idem la maggiorana nel burro fuso).
              Tu mi hai fatto conoscere amici che non conoscevo, Tu mi hai fatto sedere in case che non erano la mia, Chi mi era lontano oggi è vicino e lo straniero è divenuto mio fratello (Tagore)

              Commenta


              • #8
                Marina, che buoni gli spatzle, ho giusto una zucca ancora intera.. domani provo
                La zucca in forno la cuocio nell'alluminio? o semplicemente su carta forno? Con semi o senza? ( miriade di domande perché in Emilia, dove ho visto la zucca cotta in forno per la prima volta, la cuociono intera, con buccia semi e tutto, invece qui tolgono i semi..)
                Da ciascuno secondo le sue possibilità, a ciascuno secondo i suoi bisogni(A. Campanile) www.ricettelle.blogspot.com

                Commenta


                • #9
                  Bell'idea, li faccio, ma, come Bruna, abbassando la quota farina a favore di quella della zucca.
                  Propongo anche, come condimento alternativo, qualche amaretto pestato, presa di noce moscata e un po' di parmigiano, oltre al burro fuso ovviamente; per gli audaci, commuà , anche qualche dadino di mostarda mantovana.
                  Insomma, si parva licet, una "scopiazzatura" del ripieno dei tortelli mantovani.
                  http://www.youtube.com/watch?v=A1RwMGW7dz4

                  "Usate la punteggiatura; non siete Proust!" U.Eco

                  Commenta


                  • #10
                    Pubblicato originariamente da Ellittica Visualizza il messaggio
                    La zucca in forno la cuocio nell'alluminio? o semplicemente su carta forno? Con semi o senza?
                    no, nulla di tutto questo, Luisa.
                    Io taglio semplicemente la zucca a tocchettoni grandi ('na fatica!), tolgo i semi e filamenti, metto sulla leccarda, così senza nulla (intanto non si sporca niente, ma se vuoi star tranquilla metti un foglio di carta forno), poi a 175-180 gradi ventilato per ca. 40-45 minuti - controlla con punta di coltello quando è morbida.
                    Lascia intiepidire e poi spolpi con cucchiaio dalla scorza (come si chiama quella della zucca? ) e passi al passevite (passaverdure). Fai sacchettini e metti in freezer se non usi subito.

                    Se la zucca fosse ancora umida (la mia non lo era), metti la polpa in una garza e lasci colare per tutta la notte.
                    Tu mi hai fatto conoscere amici che non conoscevo, Tu mi hai fatto sedere in case che non erano la mia, Chi mi era lontano oggi è vicino e lo straniero è divenuto mio fratello (Tagore)

                    Commenta


                    • #11
                      Pubblicato originariamente da fiorella_radice Visualizza il messaggio
                      Propongo anche, come condimento alternativo, qualche amaretto pestato, presa di noce moscata e un po' di parmigiano, oltre al burro fuso ovviamente; per gli audaci, commuà , anche qualche dadino di mostarda mantovana.
                      hai ragione, si potrebbre provare una spolveratina mini di amaretti e qualche pezzetto qua e là di mostarda tagliata piccolina (magari solo i
                      mandarini parlando di quella di Cremona). La noce moscata la metterei direttamente nell'impasto
                      In alternativa agli amaretti anche le mandorle tostate!
                      Sì, insomma, ho stravolto la ricetta.
                      Tu mi hai fatto conoscere amici che non conoscevo, Tu mi hai fatto sedere in case che non erano la mia, Chi mi era lontano oggi è vicino e lo straniero è divenuto mio fratello (Tagore)

                      Commenta


                      • #12
                        Due domande..il bicchiere di latte a che peso corrisponde?? e poi..con questa quantità di farina quante persone di "sfamano"" considerando che ho dei leoni per figli ( riguardo l'appetito) ...
                        PATRIZIA.......

                        http://patryval.blogspot.com/

                        Commenta


                        • #13
                          come scritto sopra con questa dose abbiamo mangiato abbondantemente in tre (2 adulti + Anna). per bicchiere intendo 125 ml
                          Tu mi hai fatto conoscere amici che non conoscevo, Tu mi hai fatto sedere in case che non erano la mia, Chi mi era lontano oggi è vicino e lo straniero è divenuto mio fratello (Tagore)

                          Commenta


                          • #14
                            ma sai che non sono sicura che la zucca che troviamo al sud sia adatta a questo tipo di preparazioni?
                            non è asciutta e compatta come la vostra, però ne ho una intera e qualcosa proverà
                            "non siamo abituati a mangiar' con person' che non son del nostr' rang'!" (A. De Curtis - Totò)

                            Commenta


                            • #15
                              che bella ricetta thanks, anche io ho la zucca nel frigorifero, volevo fare le gnocchi con la zucca, ma provero questa
                              "La strada per la grandezza passa attraverso il silenzio." Friedrich Nietzsche
                              Non si possiede ciò che non si comprende. (Goethe)

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X