X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • torrone tonarese

    La lavorazione del torrone viene fatta nei calderoni di rame, noi abbiamo tentato di farlo nel paiolo per la polenta ma è risultato troppo piccolo per contenere tutta la massa quindi abbiamo in seguito trasferito il tutto in un tegame di acciaio. Questo reportage è frutto di una lezione tenuta dalla maestra carmen pisu, una neo-coquinaria che per motivi di poca praticità con i sistemi informatici ancora stenta a partecipare attivamente alla vita del forum. Mi permetto quindi di postare questo reportage al suo posto.

    Torrone tonarese

    1 kg di miele di montagna
    1,250 kg di mandorle
    100g di zucchero
    4 albumi
    limone (scorza fine)
    vaniglia (semi)



    Far sciogliere il miele a temperatura dolce, possibilmente con uno spartifiamma. Togliere dal fuoco e mescolare un una pala di legno e continuare la lavorzione senza interruzioni per circa 15 minuti. Aggiungere gli albumi montati a neve, rimettere sul fuoco sempre dolce con lo spartifiamma e continuare a lavorare spatolando fino ad arrivare alla temperatura di 80 °C. Aggiungere lo zucchero (100g) e continuare la lavorazione senza interruzione fino ad arrivare a 110 °C, la lavorazione dura all'incira 2 ore e mezza. Per verificare che il torrone sia pronto si versa un po di impasto in una ciotola con acqua ghiacciata, se il materiale si indurisce e toccandolo si spacca(frantuma) il torrone è pronto a ricevere le mandorle. Mettere il limone, la vaniglia e aggiungere le mandorle ancora tiepide della tostatura, mescolare e togliere dal fuoco . Rivestire la scatola prima con alluminio, poi con carta forno e ancora con l'ostia sia sul fondo che lateralmente. Versare l'impasto, livellare bene e coprire con una sfoglia di ostia. Lasciar riposare almeno 24 ore prima di procedere al taglio.

































    Ultima modifica di rucoletta; 18/12/2009, 10:54.
    http://afabica.blogspot.com/

    http://www.legambientesardegna.com/public/img/logo_no_al_nucleare.jpg

  • #2
    Una meraviglia, ci sono stata a Tonara , anche il torrone mi son mangiata!

    Lo posso dire ?

    Ma si lo dico, Pruneddu forever!
    "O gentlemen, the time of life is short! ... An if we live, we live to tread on kings;" (Shakespeare, Henry IV)
    http://www.sentierinatura.it/homepage.htm

    Commenta


    • #3
      Che miele avete usato?
      Se mi dici di mirto, svengo!
      La resdora.

      La terra non è un dono dei nostri padri, bensì un prestito dei nostri figli.

      Commenta


      • #4
        Mammmmmma che buono!
        saludi e trigu

        Commenta


        • #5
          Bello e sicuramente buonissimo.
          Ma a me piace tanto quella pentola nella prima foto!! A che serve? un bagnomaria senza acqua?
          Laura

          Commenta


          • #6
            Pubblicato originariamente da *elsie* Visualizza il messaggio
            Ma a me piace tanto quella pentola nella prima foto!! A che serve? un bagnomaria senza acqua?
            è il classico paiolo per la polenta
            dato che il torrone si fa nei calderoni di rame si è voluto ripetere la lavorazione tradizionale ma , come detto nella premessa, non è stato sufficientemente capiente quindi ,abbiamo trasferito la lavorazione nel tegame di acciaio in dotazione alla scuola.
            http://afabica.blogspot.com/

            http://www.legambientesardegna.com/public/img/logo_no_al_nucleare.jpg

            Commenta


            • #7
              che meraviglia, io ho trovato un negozio a Roma che lo vende a pezzoni a peso, come si usa in Sardegna. In questo periodo i miei ne comprano sempre un pezzo enorme e lo mangiamo a casa loro a Natale, la particolarità è che ci vuole il martello per romperlo, ma poi quando lo mangi ti si scioglie in bocca... potenza del miele!

              Io me ne faccio delle scorpacciate immense, l'anno scorso mio padre fece l'errore di presentarlo a tavola già tagliato a pezzi, quindi non c'era neanche la laboriosità del taglio a frenare la mangiata... mi ci sono fatta del male serio!!!
              "cambiare il forno è un po' come cambiare parrucchiere" - *coral reef*

              Commenta


              • #8
                Affidataria di un cucciolo Labrador dei Cani Guida Lions www.caniguidalions.it
                Allevatrice di capre cashmere http://www.lapanca.eu/
                Il sito del mangime per cani e gatti è questo: http://gnammignammi.webnode.it/

                Commenta


                • #9
                  Scusa, ma il torrone di Tonara non è senza zucchero, solo miele?
                  Foto: Lampedusa - Palinuro - Marettimo - Sant'Antioco

                  Commenta


                  • #10

                    Commenta


                    • #11
                      Pubblicato originariamente da M@uro Visualizza il messaggio
                      Scusa, ma il torrone di Tonara non è senza zucchero, solo miele?
                      infatti
                      i soli 100g su 2 kg di miele servono ad un certo punto della lavorazione per un determinato motivo che ora non saprei spiegarti. lo chiedo alla maestra e poi vi dico.
                      http://afabica.blogspot.com/

                      http://www.legambientesardegna.com/public/img/logo_no_al_nucleare.jpg

                      Commenta


                      • #12
                        Pubblicato originariamente da rucoletta Visualizza il messaggio
                        infatti
                        i soli 100g su 2 kg di miele servono ad un certo punto della lavorazione per un determinato motivo che ora non saprei spiegarti. lo chiedo alla maestra e poi vi dico.
                        Dettagli tecnici

                        Non dirlo agli altri, ma avevo letto 1000 g ... altrimenti non avrei obiettato nulla
                        Foto: Lampedusa - Palinuro - Marettimo - Sant'Antioco

                        Commenta


                        • #13
                          ci fai cortesemente avere la ricetta completa ?

                          THX

                          roberto

                          Commenta


                          • #14
                            Da sveno Rucoletta.

                            Una paziente di mio marito ogni volta che torna dalla Sardegna ci porta un sacco di Pruneddu...... divino!

                            Cristina.

                            Brox ... con quel suo sorriso che dice tutto quello che ha nel cuore... (Giuliana, 12/10/09)

                            Commenta


                            • #15
                              Mamma mia che meraviglia! ora mi manca solo di sapere meglio del miele... miele di montagna vuol dire miele grezzo? Grazie Teresina!
                              http://www.flickr.com/photos/8449256@N04/

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X