X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Coquis, ho di nuovo bisogno di voi!

    I dolci preferiti di Samir sono la torta caprese e il tortino al cuore morbido, garantiti di mandarlo in visibilio. Ieri, però, quasi con una punta di vergogna, mi ha detto di amare oltre misura la mimosa, perché 'evoca dei ricordi d'infanzia quando tu me la preparavi per il mio compleanno....

    Ora, ricette della mimosa ne ho a bizzeffe, ma vorrei una con i fiocchi, strabiliante, come la sapete fare solo voi, maghe pasticcere. Non vorrete mica che confessi che le suddette mimose furono di pasticceria, vero?

    Mancano pochi giorni per il compleanno... mi aiutereste a far felice un'innocente creatura e a non far cadere un mito.
    https://savitak1.wordpress.com/
    https://kulkarnisavita.wordpress.com/
    (testo italiano in blu)

  • #2
    Pubblicato originariamente da savita Visualizza il messaggio
    Non vorrete mica che confessi che le suddette mimose furono di pasticceria, vero?
    Innocente creatura di non altrettanto innocente madre !!!

    Commenta


    • #3
      Sole, nonl'ho mai fatta (non mi pice mica tanto ed è tutto dire per una golosa come me), ma se non interviene nessun altra in tuo aiuto da casa ti copincollo delle ricette che (credo) di avere.
      Silvana

      www.doctordogs.org

      Commenta


      • #4
        Io ho sempre fatto quella di Sergio Salomoni...


        MIMOSA di Sergio Salomoni un pan di spagna da circa 600 gr - mezzo bicchiere di liquore Strega - un bicchiere di latte. Per la crema: 4 tuorli d'uovo - 120 gr di zucchero - 50 gr di farina - 1/2 litro di latte - la buccia grattugiata di 3 limoni - 1/2 litro di panna montata, leggermente dolcificata - sale. Con un coltello seghettato togliere al pan di spagna un disco dello spessore di 1,5 cm e tenerlo da parte. Scavare con un coltellino appuntito la forma rimanente, lasciando tutto attorno e sul fondo uno spessore di circa 2 cm; si deve ricavare una specie di scatola vuota, rotonda. Tenere da parte le briciole ottenute, sminuzzandole bene. Preparare la crema sbattendo insieme i tuorli, lo zucchero, la farina e un pizzico di sale. Far scaldare sin quasi a bollire il latte, versarvi la raspatura dei limoni, coprire e lasciare in infusione per 10 minuti. Versare il latte caldo sul composto di tuorli e zucchero e far addensare al fuoco, rimestando in continuazione; quando inizia a bollire, dare qualche minuto di cottura, togliere dal fuoco e far raffreddare. Incorporarvi delicatamente la panna montata. Unire in una ciotola il bicchiere di latte al liquore Strega e con metà dose pennellare la scatola di pan di spagna, riempirla con la crema preparata, lasciandone qualche cucchiaio, e coprire con il coperchio, mettendolo a rovescio (la parte tagliata in alto). Pennellare anche questo con la bagna di latte e liquore poi rivestire tutto il dolce con la crema rimasta. Far aderire a tutta la superficie le briciole di pan di spagna messe da parte e tenere in frigo per 4 o 5 ore prima di servire. Per una presentazione più bella, invece di sbriciolare il pan di spagna scavato, si può provare a estrarlo in pezzi abbastanza grandi e poi tagliarli regolarmente a cubetti piccolissimi, da usare come le briciole per rivestire il dolce. Ricetta per il pan di spagna: Accendo il forno (normale, non ventilato) a 180° e preparo imburrata e infarinata uno tortiera a cerniera apribile da 26 cm. In una bacinella monto con le fruste dello sbattitore elettrico 4 uova medie intere (non fredde di frigo), 150 gr di zucchero semolato, un pizzico di sale e una bustina di vanillina. Comincio a bassa velocità e arrivo alla massima, finché il composto "scrive": cioè alzando le fruste si forma una fettuccia che ricade nella bacinella e rimane per un poco in evidenza, come se fosse un disegno, sulla superficie; non sono mai andato oltre i 10/12 minuti di sbattitura. A questo punto tolgo lo sbattitore e incorporo 150 gr di farina di tipo 00: quattro cucchiai alla volta, attraverso un setaccino e mescolando con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto con GRANDE, GRANDE delicatezza. Verso nello stampo, livello la superficie e metto in forno per 30/35 minuti

        Ultimamente però faccio la crema pasticcera di Paoletta (mezza dose però)

        Ingredienti:
        400 ml di panna fresca
        600 ml di latte fresco
        1 baccello di vaniglia
        4 uova intere
        80 gr. di farina
        300 gr. di zucchero
        1 pizzico di sale

        Procedimento:
        Metto in un pentolino il latte, la panna e il baccello di vaniglia aperto e porto quasi a bollore.
        Nel frattempo in un altro pentolino sbatto bene le uova con lo zucchero e il pizzico di sale. Aggiungo la farina setacciata e mescolo ancora un po', poi aggiungo il latte tutto di un colpo versandolo da un passino a maglie fitte.
        Metto a fuoco bassissimo mescolando sempre con una frusta a mano. Spengo quando la crema si è addensata bene.


        Ciao

        Commenta


        • #5
          Pubblicato originariamente da calen Visualizza il messaggio
          Innocente creatura di non altrettanto innocente madre !!!
          La creatura studia psicologia e mi dice che il déjà vu non esiste; è una fantasia radicata nell’inconscio. Nella mia difesa posso affermare che non ho mai detto di aver fatto quelle torte - fa parte del suo immaginario, perché con la lontananza (lui studia a Londra) si è scoperto mammone (quando gli conviene ).

          Schumi, grazie per esserti offerta.

          Simo, grazie mille, proverò la tua ricetta.
          Ultima modifica di savita; 29/05/2013, 12:02.
          https://savitak1.wordpress.com/
          https://kulkarnisavita.wordpress.com/
          (testo italiano in blu)

          Commenta


          • #6
            Ma povera Savita... anche io non ne vado matta e non ho una grande ricetta.
            Mi pare di averne fatta una anni e anni addietro. ma allora i miei parametri di bontà erano diversi da quelli di oggi..

            Commenta


            • #7
              Pubblicato originariamente da savita Visualizza il messaggio

              Simo, grazie mille, proverà la tua ricetta.
              Ho dimenticato di scrivere che non uso il liquore Strega per bagnare la torta ma faccio uno sciroppo di acqua, zucchero e limone o acqua zucchero e rum a seconda dell'ispirazione

              Commenta


              • #8
                Savita io la faccio con un normale pan di spagna scavato, farcito di crema chantilly e ricoperto di briciole di pan di spagna a quadretti (senza la crosta). bagna alcoolica molto blanda.
                Poi a casa ho la ricetta di Giovanni Pina, più tardi te la scrivo.

                Secondo me però è fondamentale che ti ricordi un po' com'erano queste tue mimose di pasticceria. Molte hanno della frutta a pezzetti, tipo ananas, nella crema, e bagne diverse. La crema può essere più o meno pannosa... ricordi qualcosa? Così la si adatta al meglio ai ricordi di Samir
                "cambiare il forno è un po' come cambiare parrucchiere" - *coral reef*

                Commenta


                • #9
                  Annette niente frutta. Sono intollerante all'ananas e al kiwi e me la ricorderei. Ho il libro di Giovanni Pina; dici che è giunta l'ora di rispolverarla?

                  Farò una normale chantilly, non TROPPO pannosa e userò lo Strega, perché l'ho comperato poco fa e andrebbe usato.

                  Pubblicato originariamente da Rossanina Visualizza il messaggio
                  Ma povera Savita... anche io non ne vado matta e non ho una grande ricetta.
                  Mi pare di averne fatta una anni e anni addietro. ma allora i miei parametri di bontà erano diversi da quelli di oggi..
                  Ross, uguaglio uguaglio. Peccato che non te ne vai matta - avevo fatto mezzo pensiero di portarla ad Arezzo, visto che Samir festeggia il compleanno il 2 aprile.
                  Ultima modifica di savita; 29/05/2013, 12:03.
                  https://savitak1.wordpress.com/
                  https://kulkarnisavita.wordpress.com/
                  (testo italiano in blu)

                  Commenta


                  • #10
                    Ecco brava rispolvera Pina, che una di sicuro te l'avrei copiata da lì, l'altra la dovrei cercare.
                    Silvana

                    www.doctordogs.org

                    Commenta


                    • #11
                      Pubblicato originariamente da savita Visualizza il messaggio
                      Ross, uguaglio uguaglio. Peccato che non te ne vai matta - avevo fatto mezzo pensiero di portarla ad Arezzo, visto che Samir festeggia il compleanno il 2 aprile.
                      Ma te porta porta... ci sarà chi apprezza

                      Commenta


                      • #12
                        ma che bello che si festeggia di nuovo insieme l'Ing e Samir, come l'anno scorso!
                        Savita venite in macchina o in treno? Se siete in treno vi unite a Federica e me?
                        "cambiare il forno è un po' come cambiare parrucchiere" - *coral reef*

                        Commenta


                        • #13
                          mi sarebbe piaciuto che alessandra conoscesse samir, ma purtroppo ha da studiare e anche molto, per cui rimane a casa.
                          Fiera produttrice dei biscotti al burro mangiati anche da Lastefi!

                          Commenta


                          • #14
                            nella mimosa che vende la pasticceria del mio paese c'è l'ananas! e sono sempre stata convinta che la mimosa fosse quella: pan di spagna, ananas, crema chantillie, panna montata, briciole di pan di spagna

                            sbavo solo al pensiero
                            "Lontani dagli onnipresenti facili conformismi che, nelle loro piccole certezze, mostrano tutte le loro arroganze" (F. Picchi)

                            Commenta


                            • #15
                              Pubblicato originariamente da savita Visualizza il messaggio
                              I dolci preferiti di Samir sono la torta caprese e il tortino al cuore morbido, garantiti di mandarlo in visibilio. Ieri, però, quasi con una punta di vergogna, mi ha detto di amare oltre misura la mimosa, perché 'evoca dei ricordi d'infanzia quando tu me la preparavi per il mio compleanno....

                              Ora, ricette della mimosa ne ho a bizzeffe, ma vorrei una con i fiocchi, strabiliante, come la sapete fare solo voi, maghe pasticcere. Non vorrete mica che confessi che le suddette mimose furono di pasticceria, vero?

                              Mancano pochi giorni per il compleanno... mi aiutereste a far felice un'innocente creatura e a non far cadere un mito.

                              Cara Savita, come puoi ben immaginare, non posso assolutamente esserti di aiuto ma............come capisco Samir. Io ADORO la mimosa, tutta piena di panna!!! A Michele però non piace, quindi............evitiamo di comprarla (eh, si, chiedo scusa............noi le torte le compriamo!).
                              io, per la mia salute, farei qualsiasi cosa tranne la dieta e il moto (O. Wilde)

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X