X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Melograni, foto mia e ricette altrui

    Come dice Claudia qui, "basterebbe uno spunto, un'idea".
    Io non ho nè l'uno nè l'altra, ma ho una foto (documentaria) dei melograni che ho raccolto quest'anno. Circa undici chili, davvero non male per un alberino da niente, che tra l'altro fa tutto da solo.
    Non ho ricette. A me i melograni piacciono "in purezza", mi piace sgranocchiarne i chicchi, sentirne il rumore. Al massimo li mescolo allo yogurt bianco (e cannella), o li metto a rallegrare (anche cromaticamente) la valerianella.
    Mi riprometto da anni di fare la gelatina, ma ogni anno passo perché ne succede sempre una. Ma prima o poi...

    Gelatina di melograno 1 (Christine Ferber, citata da Bruna Cipriani)
    1,100 kg di succo di melograno
    1 kg di zucchero
    il succo di un piccolo limone

    Gelatina di melograno 2 (Anarona, variante di una ricetta di Elzen)
    1 l di succo di melograno
    600 g di zucchero
    una busta di Fruttapec 2:1

    Note
    - per ottenere il succo, è preferibile schiacciare i chicchi e non frullarli perché i semi sono amarognoli; va bene anche la centrifuga
    - per ottenere una gelatina limpida, lasciare il succo in frigo una notte; il giorno dopo, eliminarne il fondo e filtrare con un garza fitta. Se fa schiuma durante la cottura, toglierla.
    - fare cuocere il meno possibile: il Chimico dice 3', la Ferber 5' - 10'.

    Fonti: qui e qui.


    Melograni 2020.jpg
    Paola
    La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore (Voltaire).

  • #2
    Che bella foto, invoglia a mangiarli. Io li compro raramente, mi impigrisce pulirli

    Commenta


    • #3
      Che meraviglia!!! Io ho avuto la fortuna di mangiare la gelatina di Elzen. Dopo quella... il nulla... uno spettacolo!!!
      A me piacciono tanto. Se le trovo dolci.
      Ma a volte sono così aspre
      comunque anche io per ora solo a manciate...

      Commenta


      • #4
        Quanto mi piacciono! Ho messo anch'io un alberello, ma ancora niente frutti
        Carmen

        Commenta


        • #5
          Pubblicato originariamente da minou Visualizza il messaggio
          Che bella foto, invoglia a mangiarli. Io li compro raramente, mi impigrisce pulirli
          Beh, se qualcuno lo fa per me sono più contenta, però lo prendo come un esercizio di meditazione. Il difficile è non mangiarne metà sul momento!
          Paola
          La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore (Voltaire).

          Commenta


          • #6
            Pubblicato originariamente da Rossanina Visualizza il messaggio
            A me piacciono tanto. Se le trovo dolci.
            Ma a volte sono così aspre
            Le mie sono varietà "Dente di cavallo", e sono dolci. Putroppo vanno colte al momento giusto, perché non maturano più una volta tolte dalla pianta; se però le lascio troppo si spaccano e me le fanno fuori gli uccelli... ogni anno è una roulette... rossa ! (Ok la pianto).
            Paola
            La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore (Voltaire).

            Commenta


            • #7
              Pubblicato originariamente da c@rmen Visualizza il messaggio
              Quanto mi piacciono! Ho messo anch'io un alberello, ma ancora niente frutti
              Tieni conto che il primo - e unico - frutto è stato raccolto due anni dopo l'impianto, e nei succesi tre-quattro si contavano sulle dita di una mano.
              Ha cominciato a fare sul serio dal quinto in poi. Vale comunque l'attesa
              Paola
              La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore (Voltaire).

              Commenta


              • #8
                Pubblicato originariamente da erbaPersa Visualizza il messaggio

                Tieni conto che il primo - e unico - frutto è stato raccolto due anni dopo l'impianto, e nei succesi tre-quattro si contavano sulle dita di una mano.
                Ha cominciato a fare sul serio dal quinto in poi. Vale comunque l'attesa
                Sì, bisogna aspettare, comunque quest'anno ha fatto qualche fiore
                Carmen

                Commenta


                • #9
                  Io ho un albero di melograno che tutti gli anni fa parecchi frutti, non so che qualità sia xchè c'era già quando sono venuta ad abitare in questa casa circa 18 anni fa ma è una lotta con gli uccelli....non ce ne lasciano nessuno.. cosa posso fare?
                  Avevo pensato ad una rete x coprire le chiome, ma l' albero è troppo alto
                  Serena

                  Commenta


                  • #10
                    Pubblicato originariamente da Truffy Visualizza il messaggio
                    Io ho un albero di melograno che tutti gli anni fa parecchi frutti, non so che qualità sia xchè c'era già quando sono venuta ad abitare in questa casa circa 18 anni fa ma è una lotta con gli uccelli....non ce ne lasciano nessuno.. cosa posso fare?
                    Avevo pensato ad una rete x coprire le chiome, ma l' albero è troppo alto
                    Ciao!
                    La rete sarebbe in effetti una buona soluzione; magari potresti metterla sui rami più in basso, così da salvare almeno parte del raccolto.
                    Il mio vicino di casa (che è un po' Archimede Pitagorico) usa i CD, appesi a fili di nylon, i nastri srotolati della musicassette, drappeggiati sui rami tipo festoni dell'albero di Natale, e qualche campanella. Lui dice che funzionano, ma io penso che sia un deterrente più efficace il suo plotone di gatti .
                    Lo zio di mio marito ha appeso un dissuasore, che è una sorta di aquilone con l'immagine di un falco. So che esistono anche dei palloncini che simulano gli occhi dei predatori.
                    Io mi limito a cercare di batterli sul tempo. Poi - come ha osservato una volta mia figlia - ascolto musica talmente rumorosa da farli scappare tutti .
                    Paola
                    La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore (Voltaire).

                    Commenta

                    Operazioni in corso..
                    X