Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Conservazione lievito di birra

    Buongiornoa tutti, scusate se questa domanda è un po" banale, forse ne avete già parlato mille volte ma sono ancora un po" imbranata nel cercare i vecchi argomenti.
    Ho comprato dei dadi di lievito di birra (sei, per la precisione) perché vorrei provare a fare la pizza in casa. Perà poi vedendo le ricette mi son resa conto che ce ne va pochissimo, nemmeno un dado per una teglia intera, e allora pensavo di surgelarlo.
    Ecco la domanda: se lo congelo, poi, funziona ancora?
    Come si utilizza, dopo? devo scongelarlo con del calore?
    O è meglio che provi a fare pizze e focacce a tutto spiano e poi congelo quelle?

  • #2
    Io lo congelo regolarmente, appena comprato.

    Lo faccio poi sciogliere in un po' di acqua a temperatura ambiente, bastano pochi minuti.
    Foto: Lampedusa - Palinuro - Marettimo - Sant'Antioco

    Commenta


    • #3
      Pubblicato originariamente da poldinaCN Visualizza il messaggio
      Buongiornoa tutti, scusate se questa domanda è un po" banale, forse ne avete già parlato mille volte ma sono ancora un po" imbranata nel cercare i vecchi argomenti.
      Ho comprato dei dadi di lievito di birra (sei, per la precisione) perché vorrei provare a fare la pizza in casa. Perà poi vedendo le ricette mi son resa conto che ce ne va pochissimo, nemmeno un dado per una teglia intera, e allora pensavo di surgelarlo.
      Ecco la domanda: se lo congelo, poi, funziona ancora?
      Come si utilizza, dopo? devo scongelarlo con del calore?
      O è meglio che provi a fare pizze e focacce a tutto spiano e poi congelo quelle?
      Non ti preoccupare...ho fatto anche io la stessa domanda tempo fa.
      Puoi congelarlo tranquillamente.
      Io lo lascio un po" scongelare e poi lo faccio sciogliere con dell'acqua tiepida e lo metto nell'impasto.
      Elisabetta

      Commenta


      • #4
        ti rifunziona sempre?
        http://www.uaar.it
        http://www.cicap.org/new/index.php
        http://www.flickr.com/photos/rossopersempre/sets/72157626647765870/show/

        Commenta


        • #5
          IO compro quello disidratato. è comodissimo e non ci sono problemi di conservazione.
          Alessandra
          A mangiare sono bravissima, a cucinare sto imparando
          L'uomo nel pozzo: un invito ad agire di più e parlare meno a vanvera - http://alessandra-appuntisparsi.blogspot.com

          Commenta


          • #6
            Io ho comprato un pezzo enorme dal panettiere, l'ho congelato in pezzettini da 5g e lo scongelo sciogliendolo direttamente in acqua appena tiepida, non mi ha mai deluso
            Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto, prima o poi, si mangia!
            (Mio marito)

            Commenta


            • #7
              Pubblicato originariamente da cansado Visualizza il messaggio
              ti rifunziona sempre?
              Semprissimo.
              Foto: Lampedusa - Palinuro - Marettimo - Sant'Antioco

              Commenta


              • #8
                A me quello disidratato spesso non funziona
                http://www.uaar.it
                http://www.cicap.org/new/index.php
                http://www.flickr.com/photos/rossopersempre/sets/72157626647765870/show/

                Commenta


                • #9
                  Pubblicato originariamente da poldinaCN Visualizza il messaggio
                  allora pensavo di surgelarlo.
                  Se davvero sei in grado di surgerlarlo, buon per te. Rimane praticamente intatto.
                  Se invece puoi soltanto congelarlo, come penso, cerca di farlo nella maniera più rapida possibile (molti freezers hanno uno scompartimento e/o una funzione di congelamento rapido) perché le cellule più esterne potrebbero rimanere irreversibilmente danneggiate dal processo.

                  Ti conviene suddividere i cubetti in tante scaglie da 1-2 grammi e congelarle tutte insieme (giusto per evitare sprechi) in dei sacchettini per alimenti; in questo modo ovviamente il rischio di morte di alcuni miceti è maggiore, ma la resa tutto sommato è più elevata: dopo lo scongelamento preleveresti solo pochi grammi di prodotto da un cubetto intero e il resto andrebbe nella spazzatura (non è consigliabile scongelarlo e ricongelarlo). Congelando le scaglie, invece, potresti per sicurezza usarne il 50%; ad esempio se la tua preparazione prevede 2 grammi di lievito per chilo di farina ne usi 3. Ovviamente il lievito va sempre calibrato sui fattori ambientali e sul tempo di maturazione che la farina necessita (più forte è la farina più tempo di maturazione richiede, pertanto useremo meno lievito).

                  Quando sarà finita la scorta ti consiglio di passare a quello liofilizzato, che si conserva a temperatura ambiente anche per anni. Se ne usa dalla metà a un terzo rispetto a quello fresco a seconda della concentrazione.

                  Ah, il miglior modo di scongelare il lievito è a temperatura ambiente. Al limite con un po' di acqua tiepida, come ti hanno suggerito gli altri. Da evitare assolutamente le microonde (che, invariabilmente, lo uccidono), l'acqua a temperatura superiore a 35-40 °C e il contatto col sale (lo specifico perché ho trovato in Rete dei folli che dicono di scongelarlo cospargendolo di sale in superficie).
                  Francesco

                  Commenta


                  • #10
                    Pubblicato originariamente da cansado Visualizza il messaggio
                    A me quello disidratato spesso non funziona
                    Compri il lievito disidratato in polvere o in granuli? A peso o in bustine sigillate?
                    In ogni caso, per verificarne il funzionamento, anche se è quello in polvere, basta scioglierne una puntina in acqua tiepida con un pizzichino di zucchero; se entro un quarto d'ora non si forma una schiuma in superficie i lieviti saranno morti.
                    Francesco

                    Commenta


                    • #11
                      Pubblicato originariamente da cansado Visualizza il messaggio
                      A me quello disidratato spesso non funziona
                      Che strano, Marco. IO lo uso sempre senza problemi. Anche se ho lasciato la bustina aperta per un po' (certo, sempre ben avvolto).
                      Io mi trovo benissimo con quello LIDL
                      Alessandra
                      A mangiare sono bravissima, a cucinare sto imparando
                      L'uomo nel pozzo: un invito ad agire di più e parlare meno a vanvera - http://alessandra-appuntisparsi.blogspot.com

                      Commenta


                      • #12
                        Proverà , devo andare a dare un'occhiata, è parecchio che non ci vado
                        http://www.uaar.it
                        http://www.cicap.org/new/index.php
                        http://www.flickr.com/photos/rossopersempre/sets/72157626647765870/show/

                        Commenta


                        • #13
                          grazie a tutti! allora stasera lo congelo!

                          afragolese uau sei meglio di un'enciclopedia! hai fatto bene a specificare, io ho un congelatore normalissimo, quindi devo dire congelo e non surgelo, ma siccome ci metto i "surgelati" che compro al supermercato, per me tutto quel ch ci finisce dentro è sur e non con! cercherà di essere più precisa !

                          Commenta


                          • #14
                            scusate ma voi cosa intendete per disidratato? si trova sempre nei banchi frigo o con quelli in polvere da dolci?

                            Commenta


                            • #15
                              Pubblicato originariamente da poldinaCN Visualizza il messaggio
                              scusate ma voi cosa intendete per disidratato? si trova sempre nei banchi frigo o con quelli in polvere da dolci?
                              Si tratta di lievito di birra essiccato, disidratato, liofilizzato che dir si voglia. In alcuni negozi si trova accanto a quelli istantanei (di solito utilizzati per le torte), in altri altrove; in ogni caso non è nei banchi frigoriferi. Il più noto è il Mastro fornaio Paneangeli, ma costa decisamente troppo. Se ne trovano di più economici, e altrettanto validi, in quasi tutte le catene discount. Io, come Gea, prima di convertirmi alla pasta madre mi trovavo bene con quello del Lidl, che è identico al Mastro fornaio (liofilizzato in polvere, cioè in granelli piccolissimi, che in quanto tale non necessita di essere sciolto in acqua, operazione che come consigliavo a cansado si può sempre effettuare, con un po' di zucchero, quando si hanno dubbi sul suo funzionamento).
                              In alcuni negozi di alimenti biologici, erboristerie et similia si trova anche sfuso, venduto a peso.
                              Francesco

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X