X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rossanina
    ha risposto
    Per legge i ristoratori devono tenere il pesce da consumare crudo per almeno 24 ore a temperatura non superiore a -20°C.
    Di sicuro con il tuo FRESCO il pesce si rovina MOLTO meno!!!

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da ciaoangy Visualizza il messaggio
    le alici con questo metodo, ora le abbatto e poi le metto in congelatore, si riducono i tempi con l'uso dell'abbattitore o cmq le tengo 24 ore e poi scongelo e marino? Grazie......
    L'abbattitore è certamente un vantaggio sul piano organolettico, comunque, per inattivare eventuali vermetti o uova devi tenere in frizzer a -18°C per almeno 24 ore.

    Ciao

    Giampaolo

    P.S.

    Come giustamente mi ha corretto Rossanina, la temperatura per 24 ore deve essere -20°C, a -18°C occorrono 3 giorni.
    Ultima modifica di gpmari; 23/12/2011, 17:12.

    Lascia un commento:


  • ciaoangy
    ha risposto
    sto preparando

    le alici con questo metodo, ora le abbatto e poi le metto in congelatore, si riducono i tempi con l'uso dell'abbattitore o cmq le tengo 24 ore e poi scongelo e marino? Grazie......

    Lascia un commento:


  • graziella66
    ha risposto
    congratulazioni, Gp, hai un frigo che ha 39 anni!

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da graziella66 Visualizza il messaggio
    oggi ho messo il termometro nel mio vecchio freezer di 22 anni, e ho scoperto che andava fino a -20, ma il termometro di più non misurava.... mi cercherà un termometro più esauriente
    E'vero!

    Anche io ho un vecchio frigorifero da 220 litri con surgelatore superiore da 40 litri che risale al mio matrimonio, ben 39 anni fa, che , quanto a temperatura va una meraviglia: io leggo col termometro -25°C.

    I cibi che vi si conservano e le pareti si coprono facilmente di ghiaccio perché allora i frizzer non erano "no frost" e questo favorisce il mantenimento della temperatura.

    Ciao

    Giampaolo

    Lascia un commento:


  • graziella66
    ha risposto
    oggi ho messo il termometro nel mio vecchio freezer di 22 anni, e ho scoperto che andava fino a -20, ma il termometro di più non misurava.... mi cercherà un termometro più esauriente

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da fernanda Visualizza il messaggio
    Giamp lo sai che ho controllato il mio congelatore e volendo arriva a meno 24??
    se poi siano effettivi non so, ha il displey digitale e io lo tengo sempre a 18
    Cara Fernanda,

    in genere il problema è che la temperatura effettiva è minore di qualche grado alla temperatura impostata.

    Inoltre il ciclo di funzionamento del gas interno prevede due o tre volte al giorno dei cicli di controlavaggio che comportano per 30/45 minuti un innalzamento di temperatura di 5/7°C.

    La impostazione -24°C che hai, la ho anche io nel nuovo LG che ho acquistato questa estate, è la funzione di abbattimento rapido per il congelamento dei cibi. Puà essere utilmente utilizzata nel caso del pesce da consumare crudo per contenere il tempo di congelazione a 24 ore perché quella funzione dovrebbe garantire almeno i -20°C effettivi.

    Ciao

    Giampaolo

    Lascia un commento:


  • fernanda
    ha risposto
    Giamp lo sai che ho controllato il mio congelatore e volendo arriva a meno 24??
    se poi siano effettivi non so, ha il displey digitale e io lo tengo sempre a 18

    Lascia un commento:


  • IlariaC
    ha risposto
    Ecco il video in questione.

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da giulia pignatelli Visualizza il messaggio
    grazie per le indicazioni. Ora mi cerco il filmato delle iene
    Grazie a te

    Gp

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da fernanda Visualizza il messaggio
    Si , Giamp son contenta.....le battaglie son lunghe ma spesso portano risultati. :-)
    La costanza da sempre buoni frutti.

    Ciao

    Gp

    Lascia un commento:


  • giulia pignatelli
    ha risposto
    grazie per le indicazioni. Ora mi cerco il filmato delle iene

    Lascia un commento:


  • fernanda
    ha risposto
    La lista dei pesci a rischio anisakis dovrebbe essere facilmente recuperabile in rete.

    So che alcuni mari son a minor rischio ma per precauzione seguo sempre la stessa linea di congelazione per il marinato o quello che va mangiato appena scottato come il tonno.
    I ristoratori son obbligati per legge da anni ad usare l'abbattitore...per fortuna.

    Si , Giamp son contenta.....le battaglie son lunghe ma spesso portano risultati. :-)

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da fernanda Visualizza il messaggio
    son soddisfatta, Giamp :-))
    però tre giorni son pure troppi,secondo me. anche 48 ore possono bastare.
    il filmato delle iene lo avevo messo qualche tempo indietro ed è facilmente recuperabile se interessa.
    mi fa piacere che se ne parli tranquillamente e che si prenda seriamente atto del problema, senza allarmismi ma con la dovuta conoscenza.
    son più di un paio d'anni che ci provo...

    Cara Fernanda,

    so, per averti letta, che la questione divulgativa sull'anisakis ti sta parecchio a cuore e mi fa immenso piacere che il mio topic ti abbia soddisfatto.

    E di questo ti ringrazio.

    Per quel che riguarda il tempo di congelazione nel frizzer di casa, hai ragione, ma ho preferito indicare tre giorni perché da varie misurazioni che ho effettuato, in molti frizzer a tre stelle, che nominalmente dovrebbero raggiungere temperature di -18°C, si fermano a -15/-16°C.

    Cordiali saluti

    Giampaolo

    Lascia un commento:


  • gpmari
    ha risposto
    Pubblicato originariamente da manuleo Visualizza il messaggio
    Grazie per tutte le informazioni e la ricetta .
    Un dubbio : l'anisakis infesta solo il pesce cosidetto azzurro , come ho sempre creduto , o anche il pesce a carne bianca ?
    Cara Manuela,

    l'anisakis può infestare qualunque tipo di pesce, ma anche i cefalopodi, a livello intestinale quando questi ultimi si cibano dei crostacei planctonici.

    Il di trasferimento della parassitosi all'uomo è maggiore nel pesce azzurro perché si è notato che la trasmigrazione dopo la morte del pesce delle larve dalla cavità celomatica al muscolo è tanto più intensa quanto più elevato è il tenore di lipidi del muscolo stesso.

    Ciao

    Giampaolo

    Lascia un commento:

Operazioni in corso..
X