X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Domande e chiacchiere sulla seconda parte del corso

    Anche per questa seconda parte, non scrivete sul topo della lezione, ma qui. In questo modo il topo resterà pulito e consultabile e voi avrete tutto lo spazio che volete QUI!!!!!
    Luisa, il bradipo disadattato
    Il mio blog: http://vicinoelontano.blogspot.com/
    Le mie foto su Flickr:http://www.flickr.com/photos/luisapuccini/

  • #2
    Ecco io avrei da chiedrti un consiglio.
    Oltre a tutte le cose che hai detto, quello che mi ssalta immediatamente agli occhi quando vedo una foto sul cibo fatta sulle riviste o da professionisti, rispetto a quelle che facciamo noi comuni mortali è la luce e i riflessi.
    Questo è ovvio, nel senso che le foto fatte in uno studio hanno le lampade ecc. eppure secondo me è una cosa fondamentale.
    tanto per fare un esmpio: se guardiamo le foto fate da Pinella della sua torta al caffè e mascarpone, notiamo che la luce sula torta proviene da una luce, naturale esterna, ebbene anche dopo che tu l'ahi ritoccata e me è saltato subito agli occhi queta cosa.

    veniamo alla domanda: secondo te per cercare di ovviare a questo particolare che ciconviene fare? Acquistare una cartoncino da utilizzare sempre come sfondo e poi cercrae di arrangiarsi con delle luci da tavolo?
    Se si, che tipo di cartonicno colorato conviene prendere? Bianco credo no perché spara gtroppa luce. Crema, giallino? oppure addiruttura colorato (azzurino, arancionino, scegliendolo in base al tipo di cibo che voglio fotpograre?)

    No so se è chiara la mia domanda...

    Se invece vogliamo comunque utilizzare la luce natuarale, secondo me il max sarebbe avere le luci del tramonto, più calde e meno "spocchiose", oppure...? Credi che magari abbassando leggermente la tapparella posso in parte smorzare l'effetto?
    Grazy
    ...Autogestire la propria creatività, senza intermediari, senza volontà eccelse e onnipotenti che decidono al posto tuo, poco a poco ti rivela la necessità di autogestire il tuo stesso destino. (S. Agosti)
    Ingiuriare i mascalzoni è cosa nobile, perché, a ben vedere significa onorare gli onesti! (Aristofane)

    Commenta


    • #3
      Grazi, domanda da cento milioni di dollari.... Senza un'attrezzatura di luci, non possiamo fare a meno della luce naturale. La luce proveniente da lampade casalinghe, oltre a essere troppo fioca (quelle professionali partono da 500 wat, cosa vuoi fare anche con una lampada da 150?) è pure colorata. Questo ci complica la vita per il bilanciamento del bianco perché alla luce proveniente da fuori si mescola pure quella colorata della lampada. Ci si può fare a renderla più neutra, ma mica è facile!
      La luce naturale quindi diventa necessaria. L'unica cosa che possiamo fare è diffonderla. Pensavo di parlare poi (ma ho bisogno di tempo per arrivarci!) sia di come cercare di posizionare le cose da fotografare si a di come cercare di diffondere la luce. Lo sfondo invece è un altro problema ancora e non cambia se non di poco la sostanza del problema della luce.
      Luisa, il bradipo disadattato
      Il mio blog: http://vicinoelontano.blogspot.com/
      Le mie foto su Flickr:http://www.flickr.com/photos/luisapuccini/

      Commenta


      • #4
        Lu, non so come ringraziarti per un bellissimo corso. Sto leggendo la seconda parte e vedo che certe immagini nei esempi non ci sono piu'. E' possibile visionarle in qualche altra maniera?

        Grazie!

        Laura
        cucinare hip!
        cucinare veloce, facile e moderno con la pentola a pressione

        Commenta

        Operazioni in corso..
        X