Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16


    TRONCHETTO SALATO MARISAC
    e sempre il salame al prosciutto cotto di DanielaF

    SALAME AL PROSCIUTTO COTTO
    4 uova
    25 g di farina
    Sale
    Pepe
    150 g di prosciutto
    100 g di robiola
    Prezzemolo

    Separare gli albumi dal tuorlo e montare gli albumi, molto bene, aggiungendo un pizzico di sale e qualche goccia di limone, una volta montati setacciare sopra la farina e incorporarla delicatamente in modo che gli albumi non si smontino. Aggiungere i tuorli sbattuti con sale e pepe, foderare uno stampo rettangolare versare il composto e cuocere per 20 minuti circa nel forno già caldo a 180°, quando è cotto si vede bene, perché tende a staccarsi dalla carta forno.
    Toglierlo dal forno ed avvolgerlo in uno strofinaccio umido e lasciarlo freddare.
    In tanto preparare il ripieno, lavorando la robiola e frullando il prosciutto cotto, aggiungere il prezzemolo tritato aggiustare di sale e pepe, amalgamate il butto bene.
    Una volta freddata la pasta toglietela dallo strofinaccio apritela bene e stendeteci il ripieno, riavvolgete il salame e fasciatelo con la stagnola il più stretto possibile, lasciatelo riposare in frigo almeno una notte.
    Naturalmente nel ripieno si può mettere quello che si vuole.

    La copertura l'ho fatta con una cucchiaio oclmo di parmigiano sale 130g di ricotta ben scolata e una ventina di olive nere ben asciugate, ho frullato insieme facendo andare il frullatore a colpi appena tutto era omogeneo ma non omogeneizzato ho spalmato con una spatola sul tronchetto, se volete potete anche rigarlo con la forchetta.

    Per la neve c'ho spolverato col passino a maglia stretta la fecola di patate, ma fatelo molto leggermente perché se no passa giù in gran quantità !!
    "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

    Commenta


    • #17
      Rotolo "Dolce bimbo in fasce"


      E' un rotolo in effetti, con la particolarita' di avere la pasta biscotto di due colori, la crema lo stesso e poi il biscotto centrale intinto nel liquore rosso
      Ingredienti per la pasta biscotto:
      6 uova
      130 gr di zucchero
      150 gr di farina
      30 gr di cacao amaro
      1 pizzico di sale


      Ingredienti per la crema:
      4 tuorli
      120 gr di zucchero
      20 gr di amido di mais
      40 gr di farina
      500 ml di latte
      1 fialetta di essenza di vaniglia
      150 gr di cioccolato alle nocciole

      Inoltre:
      1 pacchetto di savoiardi
      un po’ di alchermes
      200 ml di panna da montare


      Procedimento

      Montare i tuorli con lo zucchero fino a renderli molto spumosi e chiari, incorporare la farina setacciata amalgamando con un cucchiaio di legno, dall’alto verso il basso.
      A parte montare a neve ferma i bianchi con un pizzico di sale, incorporarli ai tuorli procedendo con una spatola, con movimento dall’alto verso il basso, questo per evitare di sgonfiarli.
      Rivestire di carta forno precedentemente bagnata e strizzata, una placca da forno e versarvi l’impasto conservandone un po’ in cui incorporerete il cacao setacciandolo, in fine con questo impasto al cacao fate un secondo strato sul precedente bianco.
      Infornare a 200° per 15 minuti, in forno precedentemente riscaldato.
      Sfornate, staccare la carta forno, e avvolgere subito in un canovaccio, in questo la pasta prende subito la forma di un rotolo.


      Preparare la crema:
      battere con una frusta i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina, e a filo il latte bollente.
      Porre sul fuoco e far addensare continuando a mescolare.
      Appena pronta togliere dal fuoco e dividerla in due parti, in una parte aggiungere 150 grammi di cioccolato alle nocciole, nella restante parte la fialetta di vaniglia, far raffreddare.


      Preparazione:
      stendere la pasta biscotto, spennellare leggermente con l’alchermes diluito con poca acqua.
      Montare la panna, dividerla in due parti e aggiungerla un po’ nella crema al cioccolato e il resto nella crema chiara.
      Spalmare la pasta, prima con la crema bianca e subito sopra con la crema al cioccolato.
      Al centro del rotolo fare una fila di savoiardi bagnati prima nell’alchermes, sistemarli a mo’ di treno su tutta la lunghezza del rotolo, ovviamente nel senso in cui si procederà ad arrotolare.
      Arrotolare, avvolgere in carta forno o stagnola e porre in frigo per diverse ore, meglio tutta la notte.
      Tirare fuori il rotolo dal frigo, spolverare di zucchero a velo e servire tagliato a fette.

      Rosalba Fucciolo

      mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

      Commenta


      • #18
        Scusami Marisa C ma quale ricetta hai usato di Rosalba F? Quella che ha postato in questo topic?
        Che belle creazioni!
        Voglio provare anch'io.
        Un bacio a tutte e buon 2008.

        Commenta


        • #19
          Selèn è DanielaF! la ricetta è qui sopra.
          "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

          Commenta


          • #20
            Salame al prosciutto cotto
            DanielaF




            4 uova
            25 g di farina
            Sale
            Pepe
            150 g di prosciutto
            100 g di robiola
            Prezzemolo

            Separare gli albumi dal tuorlo e montare gli albumi, molto bene, aggiungendo un pizzico di sale e qualche goccia di limone, una volta montati setacciare sopra la farina e incorporarla delicatamente in modo che gli albumi non si smontino. Aggiungere i tuorli sbattuti con sale e pepe, foderare uno stampo rettangolare versare il composto e cuocere per 20 minuti circa nel forno già caldo a 180°, quando è cotto si vede bene, perché tende a staccarsi dalla carta forno.
            Toglierlo dal forno ed avvolgerlo in uno strofinaccio umido e lasciarlo freddare.
            In tanto preparare il ripieno, lavorando la robiola e frullando il prosciutto cotto, aggiungere il prezzemolo tritato aggiustare di sale e pepe, amalgamate il butto bene.
            Una volta freddata la pasta toglietela dallo strofinaccio apritela bene e stendeteci il ripieno, riavvolgete il salame e fasciatelo con la stagnola il più stretto possibile, lasciatelo riposare in frigo almeno una notte.
            Naturalmente nel ripieno si può mettere quello che si vuole.
            "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

            Commenta


            • #21
              ROTOLO DI PATATE SALATO stefanì

              Oggi a pranzo....gnoccone!
              qui prima di andare in forno, la ricetta dice di mangiarlo così, condito con burro alla salvia e parmigiano
              io ho preferito passarlo in forno, per avere una bella crosticina sotto e sopra. l'ho servito con una cialda di pecorino, per rendere più aggressivo il gusto dolciastro dello gnoccone


              ricetta
              x l'impasto
              250 gr patate
              150 gr di farina
              1 uovo
              x il ripieno
              250 di spinaci
              2 cucchiai di burro
              1 spicchio di aglio
              salvia
              1 cucchiaio di pinoli
              1 cucchiaio di uvetta
              sale pepe
              parmigiano gratt
              lessare le patate, schiacciarle, amalgamarvi un uovo la farina e il sale, formare una palla e lasciarla riposare.
              intanto cuocere gli spinaci e farli saltare nel burro insieme ai pinoli e all'uvetta, sale, pepe, spento il fuoco amalgamare un uovo e un po" di parmigiano.
              trasferire la pasta su un tovagliolo spianarla con il mattarelo fino ad avere un rettangolo, ricoprirlo con gli spinaci. Con l'aiuto del tovagliolo arrotolare il tutto, come fosse uno strudel. chiudere il rotolo nel tovagliolo e legarlo, calarlo in una pentola colma d'acqua in ebollizione e cuocere x 15/20 minuti.
              trascorso questo tempo toglierlo dall'acqua, svolgerlo e taglarlo a fette di 2cm di spessore.
              fondere il burro e rosolarvi le foglie di salvia, versare il burro sulle fette di gnoccone e portarlo in tavola cosparso di parmigiano e pepe macinato al momento.
              come ho già detto, io l'ho passato in forno.





              VORTICE CON MARMELLATA DI FRAGOLE di Lu


              Per il vortice: non so se lo chiamate così. E' quel dolce fatto con una pasta morbida che si arrotola a salame e che si può farcire con quello che si vuole. Io lo faccio così:
              sguscio tre uova separando i tuorli dagli albumi. Lavoro i tuorli con 100gr. di zucchero. Monto a neve gli albumi e ne aggiungo metà ai tuorli. Poi aggiungo 100 gr di farina in più volte passandola al setaccio e alternandola con il resto delle chiare. Verso il composto in una teglia rettangolare (non esageratamente grande! L'impasto deve essere spesso circa un centimentro) coperta con carta forno e cuocio a 180 gradi per circa 15 minuti. Poi stendo altra carta forno sul tavolo e ci rovescio sopra la torta. Levo la prima carta forno e taglio via le crosticine sui bordi (e poi me le mangio ). Farcisco con marmellata, cioccolata o quel che mi va (se nell'impasto non si mette lo zucchero si può anche fare un rotolo salato) e arrotolo, aiutandomi con la carta forno che poi chiudo a caramella intorno al salame finché non si è raffreddato. A quel punto si può affettare.
              Ultima modifica di MarisaC; 03/01/2008, 11:30.
              "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

              Commenta


              • #22
                La vedo solo ora: bella cosa grazie Marisa
                Manuela

                Commenta


                • #23
                  ARROTOLATO ALLA MARMELLATA di Annamaria

                  Ingredienti:

                  2 uova
                  2 cucchiai di zucchero
                  2 cucchiai di farina bianca
                  Sale
                  Burro per la teglia
                  Marmellata a scelta o Nutella

                  Unire ai tuorli lo zucchero e montare bene, aggiungere un pizzico di sale e gli albumi montati a neve MOLTO soda. Amalgamare dolcemente e stendere l'impasto su una carta da forno unta leggermente di burro facendo uno strato di non più di mezzo cm.

                  Mettere il tutto sulla placca del forno molto caldo (se possibile a 250°) e lasciarlo cuocere per pochi minuti: è pronto quando la pasta diventa di un leggero color biscotto.

                  A quel punto togliere dal forno e IMMEDIATAMENTE rovesciare la pasta su un canovaccio (il movimento è facilissimo perché l'impasto rimane morbido e molto "malleabile") e spalmare di marmellata (io la sciolgo leggermente per poterla spalmare meglio).

                  A questo punto, aiutandosi col canovaccio, ma si può fare anche semplicemente con le due mani, si arrotola il biscotto e lo si mette un attimo ancora in forno, ma proprio un attimo.
                  Sfornare

                  PASTA BISCOTTO DI MONICA.

                  75 gr di zucchero
                  50 gr di farina
                  25gr di fecola
                  2 uova
                  Monto le uova intere con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, incorporo a mano la farina e la fecola stendo nella placca un foglio di carta forno e cuocio a 170° per 10 minuti.

                  La teglia che uso io ha dimensioni interne utili di cm. 38.5x28

                  Io ne facciosempre doppia dose e infatti riempio 2 teglie delle medesime dimensioni


                  ROTOLO ALLA NUTELLA DI FIAMMETTA


                  100 gr. di zucchero
                  4 uova
                  100 gr. di fecola
                  Montare 4 tuorli con 100gr di zucchero per 10 minuti. Aggiungere quindi 100gr di fecola e gli albumi montati a neve ben ferma. Mettere della carta da forno su una teglia rettangolare, stendere il composto e infornare per 10 minuti a 200°.
                  Appena cotto si capovolge in modo che la parte dorata stia appoggiata sul piano, si stende la nutella, si arrotola nella carta stagnola e si fa riposare. Chiaramente si può bagnare perché l'impasto risulti più soffice

                  LA STESSA PASTA BISCOTTO CON VARINATE DI STEFI LAQUAGLIA
                  Io questa ricetta di Fiammetta la faccio sempre però l'ho modificata così: se le uova sono grandi consiglio di metterne 3 altrimenti sa troppo di "uova" (leggi frittata)
                  faccio 50 farina + 50 fecola se no la pasta viene troppo molle...e le uova le monto intere (senza separare tuorli e albume) insieme allo zucchero.


                  PASTA BISCOTTO di Betti



                  per la pasta biscotto:
                  4 uova
                  2 tuorli
                  150 g di zucchero
                  1 busta di zucchero vanigliato ( anche un po' meno)
                  150 g di farina
                  50 g di burro fuso freddo


                  Frullare le uova con tutto lo zucchero in un recipiente a bagnomaria, finché non saranno gonfie e calde. Raffreddare quindi il recipiente in acqua fredda e mescolare finché il contenuto non sarà raffreddato. Aggiungere la farina, poi il burro. Stendere sulla pistra ricoperta di carta forno e cuocere a 220° per circa 10'. Rovesciare la pasta su un canovaccio ricoperto di zucchero, togliere la carta e arrotolare.



                  PASTA BISCOTTO di Rossanina


                  5 uova (tre intere e due tuorli) a temperatura ambiente
                  g.100 zucchero
                  g.100 farina setacciata due volte
                  estratto di vaniglia (un cucchiaino)
                  gr. 10 burro fuso

                  Lavorare le uova con lo zucchero molto bene (calcolate con le fruste elettriche almeno 10 minuti), aggiungere poco per volta la farina e incorporarla con un movimento dal basso verso l'alto, con molta delicatezza.
                  Per fare questo lavoro io preferisco usare la frusta a mano: la faccio scendere nel composto in modo che scorra sulla ciotola partendo dalla parte a me opposta e venendo verso di me. Mentre faccio questo movimento, con molta delicatezza giro la frusta su se stessa.
                  Una volta ben incorporata la farina, metto su una teglia (a cucchiaiate, sempre con molta delicatezza) che avevo precedentemente rivestito di carta forno e spennellato con il burro fuso.
                  Metto in forno (NON VENTILATO) a 180°C per 15 minuti.
                  Mentre cuoce, prendo un panno di lino bianco, rigorosamente lavato in acqua bollente senza detersivo e lo bagno. Lo strizzo con cura e lo metto sopra la tavola.
                  Quando la pasta biscotto è cotta, la rovescio sul panno (in modo che la carta forno mi guardi..).
                  Tolgo velocemente la carta forno, prendo il panno e ci chiudo dentro il dolce, poi lo arrotolo lungo la parte lunga (scusate il gioco di parole).
                  Lo lascio lì a freddare.
                  Ultima modifica di MarisaC; 03/01/2008, 12:28.
                  "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

                  Commenta


                  • #24
                    ROTOLO CON CASTAGNE di Giuliana



                    un bel rotolo al cioccolato ripieno con una crema fatta con le castagne e il mascarpone....
                    Per il rotolo fai una pasta biscotto al cioccolato, la cuoci alla solita maniera....
                    poi cuoci le castagne, le sbucci, le peli, le schiacci ottenendo una purea che mescolerai con il mascarpone, poco zucchero, e un po' di panna montata....
                    ci farcisci la pasta biscotto e arrotoli, un po' di zucchero a velo e voilà ...



                    TRONCHETTO DELLA FELICITA’ di Maria Letizia


                    Ingredienti:

                    3 uova e 2 tuorli, 100g di zucchero, 100g di farina e un pizzico di sale

                    Monto le uova con lo zucchero e il sale per un'eternità , io uso lo sbattitore con la ciotola che gira da sola, lo avvio e me lo scordo....quando l'impasto straripa quasi ci butto la farina tutta insieme, mentre gira ancora, una mescolata veloce e poi la stendo subito su un foglio di carta forno imburrato. Metto la teglia nella parte alta del forno, per la temperatura, mi regolo sui 160-180.
                    Prima di tutto stendo l'impasto su un foglio di carta forno, mentre si cuoce preparo uno strofinaccio bagnato e strizzato e lo stendo sul tavolo. Quando la pasta biscotto è cotta, la tolgo dal forno, la cospargo con un paio di cucchiai di zucchero (veramente ce lo verso sopra direttamente dal barattolo, ma suppergiù la quantità è quella), e lo stendo con la mano su tutta la superficie in uno strato sottilissimo (questo serve a non farla appiccicare quando è arrotolata. A questo punto sollevo il foglio di carta con tutta la pasta sopra e lo capovolgo sopra lo strofinaccio, tolgo la carta e arrotolo con tutto lo strofinaccio che deve rimanere dentro. Tutta questa operazione non deve durare più di 15 secondi (scherzo, ma devi essere velocissima, se no la pasta di raffredda, indurendosi e poi si spacca). Quando è fredda la srotoli delicatamente, la si farcisca velocissimamente e la si riarrotoli nello stesso senso di prima. A me non si spacca, solo un po" si sbriciola alle estremità , ma poi le taglio via.


                    ROTOLO ALLE FRAGOLE di Betti



                    per la pasta biscotto:
                    4 uova
                    2 tuorli
                    150 g di zucchero
                    1 busta di zucchero vanigliato ( anche un po' meno)
                    150 g di farina
                    50 g di burro fuso freddo

                    per la farcia:
                    1/2 l di panna
                    500 g di fragole
                    50 g di zucchero
                    fragole per decorare

                    Frullare le uova con tutto lo zucchero in un recipiente a bagnomaria, finché non saranno gonfie e calde. Raffreddare quindi il recipiente in acqua fredda e mescolare finché il contenuto non sarà raffreddato. Aggiungere la farina, poi il burro. Stendere sulla pistra ricoperta di carta forno e cuocere a 220° per circa 10'. Rovesciare la pasta su un canovaccio ricoperto di zucchero, togliere la carta e arrotolare.
                    Preparare la farcia: frullare o passare metà delle fragole e tagliare il resto a pezzetti. Montare la panna, unire la metà alla purea di fragole. Srotolare la pasta, stendervi sopra la panna alle fragole e ricoprire con le fragole a pezzetti. Arrotolare di nuovo e mettere in frigorifero. Al momento di servire ricoprire il rotolo con la restante panna montata e guarnire con fragole intere e ciuffi di panna.
                    Naturalmente questo è il classico dolce che va fatto e mangiato!
                    "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

                    Commenta


                    • #25
                      continua................

                      intanto vi faccio l'ultimo appello chi ne ha li metta perché la prossima settimana chiudiamo la raccolta!
                      "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

                      Commenta


                      • #26
                        marisa dopo ti metto la foto dell'arrotolato che ha il link sbagliato
                        non e' una grande foto (fatta col cellulare e con una pessima luce) vedi tu se inserirla o no
                        Ogni Giorno Modifico (Qualcosa)
                        Sai... come nella cucina... ci sono ingredienti che stanno bene con altri... e invece ingredienti che non legano... penso che l'umanita' sia un gran bel pranzo... con tante portate... alcune piacciono... altre no... ma che importa? (Alkmenes)

                        Commenta


                        • #27
                          non so se rientra nella categoria ma c'e' anche questa

                          http://www.coquinaria.it/forum/showthread.php?t=90042

                          e poi visto che metti anche gli strudel quando torna marco gli faccio scrivere la ricetta dello strudel con i crauti che abbiamo portato dalla paina
                          Ogni Giorno Modifico (Qualcosa)
                          Sai... come nella cucina... ci sono ingredienti che stanno bene con altri... e invece ingredienti che non legano... penso che l'umanita' sia un gran bel pranzo... con tante portate... alcune piacciono... altre no... ma che importa? (Alkmenes)

                          Commenta


                          • #28
                            Che bella idea il rotolo salato!!!
                            " Quanto manca alla vetta ? " - " Tu sali e non pensarci! "
                            (Nietzsche)

                            Commenta


                            • #29
                              Io ho fatto un paio di volte questo, tratto dal sito "joyofbaking.com", è molto buono,la particolarità è che la pasta non ha farina..però non ho la foto:
                              ROTOLO AL CIOCCOLATO
                              115 gr di cioccolato fondente
                              6 uova
                              80 gr di zucchero
                              3/4 di cucchiaino di cremore di tartaro
                              Sciogliere il cioccolato. Montare 6 albumi benissimo,a metà lavorazione unire il cremore di tartaro,alla fine 30 gr di zucchero. Battere i 6 tuorli con 50 gr di zucchero,unire il cioccolato fuso freddo e unire delicatamente gli albumi montati.Stendere il composto sulla leccarda del forno e cuocere a 180° per circa 15 minuti,quindi sformare su di un canovaccio e porre a raffreddare.
                              Per il ripieno:
                              250 ml di panna
                              1 cucchiaio abbondante di cacao amaro
                              un cucchiaino di estratto di vaniglia.
                              Stemperare il cacao con la panna,unire la vaniglia e mettere in frigo per un'oretta,affinché il cacao si "sciolga"bene. Passato questo tempo,montare la panna e farcire il rotolo.
                              "Vorrei che l'anello non fosse mai venuto da me.Vorrei non fosse accaduto nulla"
                              "Vale per tutti quelli che vivono in tempi come questi.Ma non tocca a loro decidere.Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso"

                              Commenta


                              • #30
                                OK per tutte

                                quack lo strudel inteso come strudel sia dolce che salato non l'ho considerato visto che è tutt 'altra pasta e ripieno





                                Pasta Biscotto per Rotolo di DanielaF

                                3 uova
                                150 g zuccheto
                                75 g. di farina
                                75 g. di fecola
                                mezza bustina di lievito


                                Montare le chiare a neve, a parte lavorare i tuorli con lo zucchero aggiungere le farine setacciate con il lievito, incorporate le chiare. Cuocere per 15/20 minuti in forno già caldo a 200°.

                                Quando è cotto avvolgere in un panno umido, in modo da formare un salame.

                                Una volta freddo stendetelo delicatamente, bagnate con liquore o spremuta di frutta e farcire a piacimento e riavvolte.
                                "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

                                Commenta

                                Operazioni in corso..
                                X