X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Brioche cu u zuccaru


    Da molto non si sentiva per casa un buon profumo, oggi finalmente dopo tanti giorni che avevo detto a mio figlio" ti va d'impastare delle brioche", oggi s'e' convinto!(mio figlio ha 13 anni)
    ken posto su una sedia in fondo al letto e bilancina affianco, io dettavo cio' che doveva pesare e lui eseguiva, impasto molto facile e veloce.
    Poi ha posto a lievitare stesso nella ciotola coperta messa sulla terrazza, dopo un'ora ha portato le tegli
    e con cartaforno e abbiamo formato le pallozze, ho spennellato io di latte e acqua e dopo nemmeno 15/20 minuti erano gia' pronte da infornare.
    Buonissime, morbidissime, oggi ho pranzato con una di quelle farcite di nutella

    Ricetta di Paoletta del forum di Gennarino(che poi e' la stessa ricetta usata x le girelle)riporto la ricetta come l'ha scritta lei. Tra parentesi le modifiche apportate.

    Briosci cu zuccuru

    INGREDIENTI:
    g 250 farina manitoba(io metto 300)
    g 250 farina 00
    g 75 zucchero
    g 5 sale
    g 75 di strutto
    g 20 di lievito di birra
    170 ml d'acqua( messo150)
    170 ml di latte( messo 150)

    PROCEDIMENTO:
    Fare un impasto con gli ingredienti indicati, lo strutto alla fine.
    Porre a lievitare per un'ora e mezza in luogo tiepido, e comunque fino al raddoppio. Sgonfiare un poco l'impasto, fare le pieghe del secondo tipo e lasciar ripossare circa 15/20 minuti.
    Quindi formare i maritozzi a forma di treccine, senza rilavorare eccessivamente l'impasto.

    Allinearli man mano distanziati sulla placca del forno foderata di cartaforno, pennellarli con una miscela di latte e acqua e lasciarli lievitare fino al raddoppio. In estate bastano circa 40 minuti, in inverno ci vorrà anche più di un'ora. Pennellarli di nuovo con la miscela di latte e acqua e cuocere in forno a 180/190° circa finché non saranno belli dorati.

    Non appena sfornati si spennellano di nuovo e subito si spolverano con abbondante zucchero semolato.

    Questo procedimento se si vogliono fare in giornata.
    Ieri sera ho fatto così: ho impastato con 13 gr. di lievito, fatto lievitare 50' e messo in frigo circa 9 ore. Stamattina ho ripreso l'impasto, l'ho lasciato a temperatura ambiente poco più di un'ora, poi ho proceduto come da ricetta.


    a voi vi verranno piu' lisce, di certo non potevo pretendere che mio figlio sapesse appallozzarle in modo perfetto.

    ne sono venute 14/15

    il dentro

    la consistenza dell'impasto dipende dal tipo di farina che usate, la ricetta parla di manitoba autentica non quella tagliata dei supermercati, quella che ho usato io e' w 390.
    In tutti i modi la consistenza deve venire tipo l'impasto della pizza, poco piu' morbido.
    Io ho diminuito i liquidi a 150 ml di acqua e 150 ml di latte, che potete anche aggiungere poco alla volta vedendo prima la consistenza, se vedete che viene troppo morbida non aggiungete tutta l'acqua.
    Per la cottura: a me sono bastati 15 minuti, devono essere dorate ma non troppo scure.
    Appena uscite dal forno le ho lucidate con uno sciroppo di zucchero fatto con acqua e zucchero(eve essere quasi denso) bollito e fatto raffreddare e poi si spolvera subito di zucchero semolato

    questa e' la consistenza.


    e questo e' mio figlio che impasta nuovamente, ieri sera ha voluto fare la pizza, stamane ha fatto l'impasto per la nonna e poco fa ancora queste ma le ha messa nello stampo da plumcake.
    tanto c'ha preso gusto che lava pure le caccavelle(io sono perplessa)
    Ultima modifica di RosalbaF; 21/09/2008, 17:36.
    Rosalba Fucciolo

    mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

  • #2
    Ohhhh! Ma un po' di gelato al limone no?
    Se a tuo figlio riescono così bene, forse ho qualche speranza anch'io
    If you can't stand the heat, stay out of the kitchen!
    radiocucina.blogspot.com

    Commenta


    • #3
      copiata e incollata grazie
      Carpe diem

      Commenta


      • #4
        degno figlio di sua mamma...complimenti

        Commenta


        • #5
          e' un impasto facile, niente uova e pochi grassi.
          Rosalba Fucciolo

          mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

          Commenta


          • #6
            Non riesci proprio a star ferma!!!
            Mi raccomando rimettiti in forma.
            Per quanto riguarda le briosce le proverà a presto.
            Saluti,Gianna

            Commenta


            • #7
              Ma che bravo il tuo ragazzino!!
              Anche a mio figlio piaceva fare qualcosa in cucina, mi hai fatto tanta nostalgia...è bella quell'età .
              Preparava pure delle bellissime colazioni a volte la domenica per farmi delle sorprese...

              Commenta


              • #8
                Io avevo 7 anni quando iniziai a cucinare, a 10 anni facevo trovare il pane impastato a mamma che tornava da lavoro, roba di 20/25 kili di farina alla volta.
                Quando tornava lei continuava a impastare un po' e faceva le pagnotte, io in quello non ero capace.
                Mi affacciavo al balcone e chiedevo a una mia zia, "che ci metto per fare pasta e fagioli", oppure per il minestrone, o per fare il sugo.
                Rosalba Fucciolo

                mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

                Commenta


                • #9
                  sono bellissime!!!! Complimenti al "pasticccccciere"
                  che peccato essere così lontano..
                  però il profumo di buono è arrivato sin qui..
                  SiLvIa
                  quando-non-sei-contento-della-tua-vita-cambiarla-è-sintomo-di-salute-mentale
                  http://esseemmepiu.blogspot.com/

                  Commenta


                  • #10
                    Io adoro mio figlio, lo so "ogni scarrafone e' bello a mamma sua", pero' devo dire che in questi giorni e' lui che mi aiuta piu' di tutti.
                    Passa l'aspirapolvere, mette la lavatrice o la lavastoviglie, mi aiuta nel lavarmi, e' capace in cucina a cucinare parecchie cose.
                    Mi sono vista persa nei giorni in cui era con suo padre.
                    Rosalba Fucciolo

                    mio blog : Il mio Nuovo blog e' qui : www.unacilentanaincucina.blogspot.com

                    Commenta


                    • #11
                      Che dire son belle e buone anche rugose!
                      "Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica, l'architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria." Careme Marie Antoine

                      Commenta


                      • #12
                        Come al solito!
                        Dio fece il cibo,il diavolo i cuochi.
                        J.Joyce,Ulisse

                        Commenta


                        • #13
                          wow stesso talento eh!
                          http://www.camillalastellachebrilla.it/

                          Commenta


                          • #14
                            Che bravo! Non solo per le brioche (quelle sono divertenti) ma anche per l'aspirapolvere (quella è pallosa).

                            Commenta


                            • #15
                              magnifico !buon sangue non mente!qui fa caldo ma le faro' comunque,e poi con la nutella te possino.....
                              Ex-biemme..

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X