Print Friendly and PDF
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pasticciotti leccesi

    Questi dolcetti sono nati da una collaborazione via web con Ornella del blog di Ammodomio, che mi ha dato delle indicazioni preziose, soprattutto per quanto riguarda la consistenza della pasta frolla e della crema, la ringrazio perché il risultato è stato veramente al di sopra di ogni aspettativa.





    Ingredienti

    Per la pasta frolla


    http://ammodomio.blogspot.com/2010/1...o-strutto.html


    400 g. di farina 00
    200 g. di strutto
    4 tuorli
    Sale un pizzico
    200 g. di zucchero
    Semi di mezzo baccello di vaniglia
    Scorza grattugiata di un limone
    2 g. di ammoniaca per dolci

    Ho preparato la pasta frolla e l’ho messa in frigo per tutta la notte.

    Per la crema pasticcera

    450 g. di latte
    50 g. di panna
    3 tuorli
    120 g. di zucchero
    45 g. di amido di mais
    Sale un pizzico
    la scorza grattugiata di un limone (io uso la Microplane apposita per ottenere per le zeste, e non filtro la crema, mi piace sentire la scorzetta)
    Semi di mezzo baccello di vaniglia

    Metto in infusione la scorza di limone e la vaniglia nel latte e nella panna e pongo in frigorifero qualche ora.
    Monto tuorli, zucchero, amido di mais e un pizzico di sale e nel frattempo faccio scaldare il latte e la panna fin quasi a bollore, aggiungo alle uova e rimetto a cuocere mescolando continuamente finché la crema non si addensa.

    Ho fatto freddare tutta la notte ponendo a contatto con la crema la pellicola speciale per alimenti (senza pvc) .
    Ho foderato con la pasta frolla degli stampini di silicone, ho riempito ben bene con la crema, ho coperto con la frolla (io ho usato per ritagliare i coperchi uno stampo di alluminio identico alla forma di quelli in silicone) ho spennellato con albume sbattuto e ho messo in forno ventilato già caldo a 175° per circa 20 minuti.
    Ultima modifica di angela54; 22/01/2011, 07:44.
    Angiuledda
    Il sapere e la ragione parlano, l'ignoranza e il torto urlano Anonimo

  • #2
    sono una cosa divina...
    Gabriella ex Stressolina

    "Ora non siamo più solo coquinari, siamo amici." Enzo

    Commenta


    • #3
      mammamia angela
      ti giuro che mi hai fatto un bellisismo
      regalo
      siamo stati a lecce a pasqua e ne ho mangiati qualcosa come
      una tonnellata sparpagliati in vari giorni
      ora ho anche la ricetta
      che donna fantastica
      !!!!
      http://www.flickr.com/photos/pierovis-ciada/

      Commenta


      • #4
        Angela, ti spettavo con ansia!!!
        GRAZIEEEEEEEEEE

        Commenta


        • #5
          Ma che meraviglia!! Frolla e crema pasticcera son la mia passione!
          "...nella vita non è importante per quanto tempo saremo insieme, quello che succederà in futuro, i progetti che non potremo condividere.. l'importante è esserci incontrati.. è questo l'importante"
          Il mio blog: Tentazioni di gusto

          Commenta


          • #6
            Ma ce li porti ad Arezzo???

            Commenta


            • #7
              A dire il vero ci avevo pensato, ma la crema non so se regge il viaggio in treno, dovrei prepararli il giorno prima e ho sempre paura quando si tratta di preparazioni a base di uova
              Angiuledda
              Il sapere e la ragione parlano, l'ignoranza e il torto urlano Anonimo

              Commenta


              • #8
                gnammmmm!! Una bontà ! Brava Angela...
                http://lagallinavintage-giuliana.blogspot.com/

                Commenta


                • #9
                  Da sbelio, Angela! Hai una borsa termica????
                  www.idolcidipinella.blogspot.com

                  Commenta


                  • #10
                    Sì ce l'ho! Tu pensi che si possa?
                    Angiuledda
                    Il sapere e la ragione parlano, l'ignoranza e il torto urlano Anonimo

                    Commenta


                    • #11
                      Brava Angela!
                      I pasticciotti sono una prelibatezza salentina, io li faccio spesso perché me li chiedono.
                      La ricetta è molto simile alla tua, anche se tradizionalmente sarebbero diversi (ad esempio c'è l'ammoniaca per dolci nella frolla), in ogni caso io li trovo troppo pesanti e dolci, riesco a mangiarne mezzo al massimo!
                      Ma è un problema mio, di solito vengono polverizzati
                      Mettiamo un disco sul giradisco, baci in cucina, baci in sala, baci in garage.
                      E poi facciamo 120 bambini tutti con dei nomi molto particolari,
                      così gli canto una canzone, di quelle belle che li fanno addormentare - dente

                      Commenta


                      • #12
                        ecco infatti ho dimenticato di mettere l'ammoniaca nelle dosi, correggo subito, grazie Ty
                        Angiuledda
                        Il sapere e la ragione parlano, l'ignoranza e il torto urlano Anonimo

                        Commenta


                        • #13
                          Angela che spettacolo
                          Dici che posso sostituire lo strutto col burro? Nella stessa quantità ?

                          Commenta


                          • #14
                            Pubblicato originariamente da angela54 Visualizza il messaggio
                            A dire il vero ci avevo pensato, ma la crema non so se regge il viaggio in treno, dovrei prepararli il giorno prima e ho sempre paura quando si tratta di preparazioni a base di uova
                            Ma certo che regge un paio di ore di treno!! Mi sacrifico io ad assaggiarli!

                            Commenta


                            • #15
                              Cristina, io lo faccio spesso e si può fare altrochè. Perà sono meno buoni (io lo faccio perché fatico a trovare lo strutto a montasola).
                              Ultima modifica di ty; 21/01/2011, 19:07.
                              Mettiamo un disco sul giradisco, baci in cucina, baci in sala, baci in garage.
                              E poi facciamo 120 bambini tutti con dei nomi molto particolari,
                              così gli canto una canzone, di quelle belle che li fanno addormentare - dente

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X