X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cottura del polpo

    Ne ho provate diverse: i tre tuffi in acqua bollente, la partenza in acqua fredda come suggerito dal pescivendolo, la pentola a pressione.
    I risultati sono sempre stati dignitosi, ma scontati.
    Ho trascorso tre giorni a Ischia (viaggetto d'anniversario ) e lì ho assaggiato un'insalatina di polpo da urlo.
    Premesso che probabilmente a Milano i polpi di Ischia non ci arrivano, i suddetti (quelli che ho mangiato) erano gustosi e saporiti e non asciutti e stopposi: conservavano un che di crudo che a me piace molto. Mi è stato spiegato che gli stessi venivano solo scottati un poco .
    Ma come quantifico questo poco ?
    Le mie ricerche al riguardo, su Coqui ed altro non mi hanno dato risposte.
    Potete aiutarmi voi?
    Grazie
    [img]graemlins/E20.gif[/img] [img]graemlins/hello.gif[/img]
    Agata

    "La follia è ereditaria: te la passano i tuoi figli!" (Legge di Bombeck)

  • #2
    prova a metterlo con il tappo di zucchero a freddo e dalla bollitura fai cuocere dai 20' ai 30' o più a secondo della grandezza del polpo. sentirai quanto è tenero.

    [img]graemlins/hello.gif[/img] [img]graemlins/hello.gif[/img]
    non c'è niente di più bello che trascorrere i giorni freddi seduti al caldo in compagnia di un buonissimo dessert. ANTONELLA

    Commenta


    • #3
      ciao Agata, come stai ?

      ti posso dire come mi ha insegnato il cuoco da cui ho fatto un corso quest'inverno : si usa questo procedimento per ogni tipo di preparazione del polpo.Dopo aver pulito e lavato il polpo metterlo in una pentola grande con un po' di olio, 1 cipolla, 1 costa di sedano . Coprire e lasciare cuocere per 15 minuti a fiamma viva.se vuoi farlo lessare poi aggiungi acqua calda fino a coprire completamente il polpo.
      baci

      Commenta


      • #4
        tappo di zucchero?

        Commenta


        • #5
          sarà tappo di sughero....
          Valeria
          Mia figlia (6 anni): mamma è pronto? ho la gallina in bocca!
          Le mie mozzarelle

          Commenta


          • #6
            scusa sughero ho avuto un lapsus!!!!!


            [img]graemlins/E10.gif[/img] [img]graemlins/E10.gif[/img] [img]graemlins/E10.gif[/img]
            non c'è niente di più bello che trascorrere i giorni freddi seduti al caldo in compagnia di un buonissimo dessert. ANTONELLA

            Commenta


            • #7
              Grazie per i vostri consigli, ma a me servirebbe sapere "quanto poco" scottare il polpo...
              Agata

              "La follia è ereditaria: te la passano i tuoi figli!" (Legge di Bombeck)

              Commenta


              • #8
                Si cuoce in molti modi, anzi in tutti.
                Nel senso che si può stufare come dice Margherita o addirittura si può cuocere direttamente in forno.
                Nel caso di lessatura il metodo normale è quello della immersione in acqua bollente, ben salata e piccante.
                Quando si buca bene con la forchetta ma è ancora abbastanza duro, si spenge il fuoco e si fa finire di cuocere nella sua acqua.
                Semplicissimo, ma, coem le cose semplici, non facile se non dopo averci preso la mano.
                Poi è uno scherzo.
                Il tappo di sughero è uno degli elementi di scherzo, qui da noi, perché indica l'origine agraria del proponente.
                E' una usanza, dicono i Piombinesi, dei coltivatori dell'interno.

                Commenta


                • #9
                  cita:
                  Inviato da: Enzo:
                  ... Nel caso di lessatura il metodo normale è quello della immersione in acqua bollente, ben salata e piccante....
                  [/QUOTE]Il piccante si ottiene con il pepe? in grani?
                  Agata

                  "La follia è ereditaria: te la passano i tuoi figli!" (Legge di Bombeck)

                  Commenta


                  • #10
                    Mariarita, secondo me ci ha messo del peperoncino (l'ho mangiato due volte il polpo di Enzo..... è qualcosa di indescrivibile [img]graemlins/slurp.gif[/img] [img]graemlins/slurp.gif[/img] [img]graemlins/slurp.gif[/img] )

                    Commenta


                    • #11
                      Io la migliore cottura l'ho ottenuta così...

                      Metto il polpo nella pentola senza acqua, solo con il succo di 1 limone e 2 cucchiai di aceto. Copro con un piatto e metto la fiamma al massimo per far prendere il bollore, dopodichè abbasso al minimo.

                      In questo modo si cuoce con la sua acqua in mezz'oretta circa.
                      Le mie Foto
                      http://www.flickr.com/photos/8268501@N05/

                      Commenta


                      • #12
                        Si, peperoncino.
                        Buona anche la cottura in forno, messo in una teglia a pezzi, con origano e niente sale (perché cotto asciutto è già salato di suo).
                        Dapprima farà la sua acqua, si gira un paio di volte e poi quando ha ritirato tutta l'acqua è cotto.
                        Naturalmente rimane più duro di quello lessato, ma anche più saporito.
                        Nella nostra classica ricetta di polpo con le bietole inizia da un soffritto di aglio e prezzemolo con peperoncino poi si butta il polpo tagliato a pezzotti medi ( 3-5 cm) e si fa cuocere nella sua acqua.
                        Si aggiunge passata di pomodoro e quando il polpo inizia ad essere morbido anche della bieta lessata e grossolanemente battuta.
                        Si regola di sale e si ha un bel piatto, con tanto di sughetto.
                        Lo aveva fatto mia madre per un raduno e, se non erro, una volta ad un altro raduno ci condii anche una pasta asciutta.
                        Per noi questo è un piatto della tradizione.

                        Commenta


                        • #13
                          Mariarita, credo che il problema tuo sia il tipo di polpo.
                          Ho fatto qualche giorno fa l'insalata di polpo a lavoro, quando e' arrivato era vivo.
                          Lessato in acqua bollente salta, con foglie d'alloro, cipolla e carota, tutto intero, ci ha impiegato un'ora per cuocere.
                          La cottura dipende dalla grandezza, appresso ai metodi io non ci vado, ogni tanto provo con la forchetta e quando e' fatto spengo e scolo.
                          Un altro modo e' metterlo in una pentola senza acqua, con una cipolla tagliata a meta', prezzemolo, pomodorini, peperoncino olio e un mezzo bicchiere di vino rosso.
                          Copro con un coperchio e sopra ci metto una grossa pietra, una sorta di pentola a pressione ma piu' naturale, cottura per una quarantina di minuti a minimo viene fuori un sughetto da sballo.

                          Commenta


                          • #14
                            Missione compiuta!!!
                            Avevo dunque tre polpi da circa 500 gr l'uno, puliti; ho salato abbondante acqua; ho aggiunto pepe, ma non peperoncino (all'angioletta di dcasa non piace tanto il piccante, ma la prossima volta lo metto!); ho fatto fare ai molluschi un "triplo carpiato senza avvitamento" (leggi: i regolamentari tre tuffi) nell'acqua in ebollizione e poi li ho lasciati a sobbollire fintanto che sono riuscita ad infilzarli con una forchetta: saranno stati circa 15 20 min.
                            Spento il gas, ho lasciato la pentola incoperchiata fino a quasi completo raffreddamento.
                            Ho quindi scolato i polpi e li ho tagliati a pezzetti: il risultato della cottura è stato quello che volevo, cioè teneri e succosi, con la pelle che non se ne andava per i fatti suoi.
                            Li ho "finiti" con delle mazzancolle scottate,delle seppioline a striscioline, scottate pure quelle, dei pomodorini datterini, rondelle di cuore di sedano, olio, una spruzzatina di limone, una giratina di pepe.
                            Sono soddisfatta! [img]graemlins/slurp.gif[/img]
                            Grazie per i consigli!
                            [img]graemlins/E20.gif[/img] [img]graemlins/hello.gif[/img]
                            Agata

                            "La follia è ereditaria: te la passano i tuoi figli!" (Legge di Bombeck)

                            Commenta


                            • #15
                              Ah, dimenticavo...
                              Foto neanche a parlarne: troppo buoni per abbandonare il piatto anche solo quell'attimo del click! [img]graemlins/E17.gif[/img]
                              Agata

                              "La follia è ereditaria: te la passano i tuoi figli!" (Legge di Bombeck)

                              Commenta

                              Operazioni in corso..
                              X